Fossano: al Poliambulatorio Sociale incontri gratuiti con psicologi e terapeuti

In un momento così delicato, la struttura amplia alla cura della benessere psichico i suoi servizi, dedicati alle fasce della popolazione in difficoltà economica

0
296

Chi in questo periodo non si è sentito solo, frustrato, privo di sentimenti positivi? E’ normale che succeda, ma quando i sintomi vengono ignorati lo stress può accumularsi e creare problemi nella vita di tutti i giorni. Sempre più persone stanno accusando i danni della precaria situazione sanitaria, ma le cure non sono alla portata di tutti. Nel 2021 la salute mentale viene ancora considerata ‘secondaria’, non importante tanto quella fisica, e di conseguenza non resa accessibile a tutte le fasce della popolazione.

L’obiettivo della Caritas Fossano per l’anno nuovo è infatti quello di annullare le disparità sociali in quest’ambito, permettendo anche alle fasce meno agiate della popolazione di avere accesso ad un supporto psicologico adeguato. A questo fine nasce la collaborazione con Orientamente, lo sportello di ascolto e orientamento psicologico cittadino, e con l’Associazione Difesa Ammalati Psichici, che da vita al progetto per offrire incontri gratuiti con un team di psicologi e psicoterapeuti. La Fondazione NoiAltri ha contribuito mettendo a disposizione i locali del Poliambulatorio Sociale, uno spazio che dallo scorso ottobre offre prestazioni sanitarie specialistiche gratuite alle fasce della popolazione in difficoltà economica.

Lo staff del Poliambulatorio potrà contare sulla presenza di Marianna Zanlungo, psicologa e psicoterapeuta esperta nella gestione dei conflitti, Rossella Gentile, psicologa e psicoterapeuta, e Guido Leonti, psicologo, psicoterapeuta e sessuologo clinico. Altri numerosi professionisti del settore hanno già dato la loro disponibilità per il progetto, andando ad unirsi ai 15 specialisti e alle 6 infermiere del Poliambulatorio Sociale. Oltre a percorsi individuali di psicoterapia, lo sportello sarà rivolto ai familiari di pazienti con difficoltà psichiatriche e all’orientamento sui servizi di sostegno presenti sul territorio. Verranno anche svolte delle sedute di gruppo, per stimolare il dialogo e il confronto tra persone con situazioni affini.

“Sicuramente la situazione sanitaria che stiamo affrontando ha enfatizzato un disagio sociale diffuso” spiega Anna Rottondo, presidente della Fondazione NoiAltri “ma l’implementazione di un supporto psicologico era già nei nostri programmi per il Poliambulatorio Mons. Volta. La salute mentale è un aspetto fondamentale del benessere della persona, e in quanto tale va trattata con la stessa serietà di quella fisica. Il servizio rimarrà a disposizione di chi ne ha necessità anche dopo l’emergenza sanitaria, come sezione permanente della struttura”.

Ut supra, lo sportello avrà sede in via Ricrosio 8, nei locali del Poliambulatorio Sociale Mons. Raffaele Volta, l’ultimo progetto della Fondazione NoiAltri. Nata nel 2013, la Fondazione è ormai indispensabile per il coordinamento di 19 associazioni di volontariato della zona, tra cui la cooperativa sociale Il Ramo, la fondazione Sordella e il gruppo Auser. NoiAltri è una realtà che raduna le numerose organizzazioni di volontariato del territorio e permette l’ottimizzazione degli sforzi tramite un’attività di ricerca fondi. Dalla collaborazione con Orientamente e l’Associazione Difesa Ammalati Psichici prende vita il poliambulatorio, con lo scopo di offrire prestazioni sanitarie gratuite a coloro che non possono permettersi degli specialisti privati.

Al momento l’assistenza è riservata ai maggiorenni, ma presto sarà disponibile anche per i minori. Per usufruire del servizio è necessaria la prescrizione di una visita specialistica da parte del medico di base. Successivamente sarà possibile prenotarsi telefonando al numero del Poliambulatorio Sociale dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 12.30.