Sant’Albano: svolto il primo Consiglio Comunale del 2021

Molti i punti trattati, tra cui l'approvazione al bilancio di previsione 2021/2023

0
304

Ieri nel tardo pomeriggio si è svolto il primo consiglio comunale del 2021 di Sant’Albano. Il primo punto, ovvero la lettura dei verbali della seduta precedente, è stato votato all’unanimità. Successivamente si è trattato del nuovo canone patrimoniale che riunisce, dal 1 gennaio 2021, le imposte, come ad esempio l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio; tali entrate sul comune di Sant’Albano sono in modalità provvisoria e resteranno in vigore entro il 31 marzo 2021, quando verrà approvato il regolamento definitivo. L’ente per queste imposte, ha mantenuto invariate le entrate di queste imposte, quindi non c’è nessun aumento. Votazione all’unanimità.

Nel terzo punto il DUPS per il Comune di Sant’Albano è in forma semplificata in quanto il paese è sotto i 5 mila abitanti. Sono presenti vari punti salienti come la programmazione del fabbisogno del personale, in cui l’ente per ora non ha in programma nessuna assunzione a tempo indeterminato, e gli investimenti di opere pubbliche superiori a 120 mila euro, quindi la messa in sicurezza dell’edificio della scuola dell’infanzia per 510 mila euro; sono presenti importi sotto i 100 mila euro come la manutenzione di strade comunali, opere di ammodernamento del cimitero comunale tramite sistemazione di servizi igienici e passaggi pedonali e illuminazione pubblica. Minoranza astenuta.

Le aliquote dell’IRPEF e dell’IMU sono state riconfermate come quelle del 2020; IMU e TASI insieme per 464 mila euro. Punto votato all’unanimità. E’ stato approvato (due astenuti della minoranza) il bilancio di previsione 2021/2023: per l’anno 2021 il bilancio pareggia in 3 milioni e 123 mila euro, per l’anno 2022 circa un milione e per l’anno 2023 1 milione e 900 mila euro; per l’anno 2021 è previsto un salto finale di cassa di 290 mila euro.

Infine il Comune aderisce al progetto del centenario del conferimento della cittadinanza onoraria al milite ignoto, su iniziativa dell’Anci.