«Lavoriamo per ampliare un’esclusiva offerta turistica»

L’impegno di Gian Luca Oliva: «Grazie al Borgo Stalle Lunghe, Prato Nevoso ha conosciuto un costante sviluppo diventando una stazione sciistica sempre più all’avanguardia»

0
193

Prato Nevoso è una località sciistica della Granda inserita nella splendida cornice delle Alpi Liguri. La sua strategica posizione, ma soprattutto il suo lungimirante piano volto all’ampliamento dell’offerta tu­ristica, insieme ad una serie di esclusivi progetti immobiliari la rendono davvero un polo attrattivo, grazie ad un sistema di servizi ed infrastrutture a 360°. Per conoscere meglio questa realtà in continua crescita, abbiamo incontrato Gian Luca Oliva, imprenditore ed amministratore delegato di Prato Nevoso Spa.

La concretizzazione di questo progetto ha origini e intenzioni che sono in fase attuativa già da diversi anni….
«Verissimo. Dal 2000, insieme al mio socio Andrea Biasotti, siamo i proprietari degli impianti, così come delle Stalle Lunghe e delle nuove infrastrutture turistiche nate negli ultimi anni. In seguito a grandi investimenti sulla stazione, abbiamo iniziato con una graduale sostituzione e razionalizzazione degli impianti lavorando in parallelo sui servizi specifici come il “Prato Nevoso village”, parco dedicato ai bambini. L’intenzione sin da subito è stata quella di cogliere e valorizzare le potenzialità del territorio proponendo ad esempio lo sci notturno e lo snowpark, oggi uno dei migliori in Italia».

Avete dunque operato cercando di caratterizzare in maniera forte la località per fare emergere quelli che sono diventati i veri punti di forza…

«Esatto. Prato Nevoso, è senza dubbio la miglior stazione per i bambini, grazie alla sua struttura morfologica, che ha dato forma e qualità al parco giochi. Poi nel tempo è nato anche lo sci notturno che ci ha caratterizzato ed evidenziato nel panorama delle località del Nord-Ovest. In ultimo, in ordine temporale lo snowpark, iniziativa per i giovani che ha svecchiato un po’ quella che era l’immagine di questo nevralgico polo turistico… L’idea, nata ormai vent’anni or sono, che poteva sembrare una pazzia, oggi ci ha “accreditato” tra gli snowpark più titolati e riconosciuti d’Italia. E non solo… nel tempo abbiamo creato un “mondo” legato al park: molti ragazzini che hanno iniziato anni fa, oggi sono accreditati tra i migliori atleti a livello nazionale ed europeo».

Altra intuizione di successo, in verità, sono stati gli eventi capaci di attrarre un pubblico sempre maggiore…

«Esatto… Con un pizzico di lungimiranza abbiamo comin­ciato a pianificare e ideare particolari appuntamenti, non i classici legati al mondo della neve. L’intenzione sin da subito è stata quella di distinguersi, innovare per “svecchiare” un po’ il mondo della neve, puntando a momenti particolari e di attrazione che ci hanno “regalato” anche una forte immagine condivisa anche fuori dai confini nazionali. Iniziative solide come, ad esempio, l’Open-season che celebra quindici anni di successo e oggi è a pieno titolo catalizzatore di un pubblico proveniente da tutta Italia. Questo evento, sinergia positiva con RDS ha potuto ospitare artisti di fama nazionale e accrescere l’interesse verso lo sci notturno richiamando, ad esempio, in occasione del Capo­danno di qualche anno fa, oltre 20.000 presenze».

In questi anni la vostra forza è stata una progettazione a 360°, vero?
«Esatto. Abbiamo lavorato cercando di unire più tasselli, ma soprattutto volendo coinvolgere in larga misura gli operatori, a giocare in squadra… Solo così, esclusivamente curando ogni minimo dettaglio, riusciamo a far sentire, qui a Prato Nevoso, ogni turista a casa propria, accolto con cordialità e massima ospitalità. Non è un caso infatti che i nostri turisti diventino amici del ristoratore, del maestro di sci… Questo naturale rapporto interpersonale ren­de la nostra area meta di grande charme in inverno ed estate…».

Anche sul fronte della comunicazione in questi anni vi siete mossi con programmazione…

«Abbiamo una squadra marketing molto giovane e qualificata, sempre attenta a sollecitare la comunicazione verso nuove iniziative, volte ad evidenziare le “experience” che può regalare Prato Nevoso. Siamo dinamici, e oggi il mercato richiede una certa velocità a cui occorre adeguarsi, non solo nell’ambito della comunicazione…».

E per questo che avete anche avviato la costruzione di un nuovo paese nel paese: Stalle ­Lunghe…
«Stalle Lunghe, dispone di una ventina di attività commerciali e oltre 500 appartamenti adibiti a seconde case… Operiamo affinché lo sviluppo turistico dell’area di Prato Nevoso contempli una crescita sinergica tra impianti e posti letto a rotazione. Stiamo inoltre costruendo degli chalet venduti come seconde case, ma anche come eleganti camere alberghiere. I progetti di sviluppo volgono in una direzione sempre più esclusiva e di lusso, grazie ai progetti immobiliari già implementati e a quelli in costruzione nei prossimi anni, tra i quali nel 2022 un Boutique Hotel a 5 stelle con spa, nel cuore del paese. L’ele­ganza e l’accuratezza nei particolari sono il filo conduttore di tutti i progetti immobiliari del Borgo Stalle Lunghe. L’acqui­sto di un appartamento presso l’esclusivo Chalet Everest o presso i futuri Chalet Himalaya e Chalet K2; mentre a breve inizieremo do­dici chalet e un resort di altissimo livello. I tanti progetti immobiliari di Stalle Lunghe, si sono rivelati felice intuizione grazie al “nostro” sistema di gestione immobiliare anche in merito agli affitti. Acquistare un immobile a Prato Nevoso significa possedere la casa dei sogni, ma anche e soprattutto un’opportunità di rendita unica. Accanto all’espansione immobiliare siamo consci che resta priorità non dimenticare il mantenere all’avanguardia gli impianti… Sinergia tra sviluppo dell’area turistica, ampliamento dell’area sciabile e dell’innevamento artificiale, costruzione di una rete di sentieri di altitudine dedicata all’escursionismo e al cicloturismo, maggiori servizi e costruzione di strutture ricettive di lusso rafforzano il nostro ambizioso piano progettuale. Oggi pienamente attualizzabile per merito di un “nuovo” e “costruttivo” pensiero comune, condiviso, ma a noi chiaro da sempre. Il percorso in questi anni non è stato facile, ma abbiamo lavorato assiduamente, consci che le ricadute avrebbero avvantaggiato e positivamente aiutato tutto il territorio. Sappiamo che questa area può fare la differenza e con i progetti di sviluppo futuri che abbiamo in fase di attuazione siamo certi di prepararci ad un entusiasmante salto di qualità verso l’eccellenza nel settore turistico!».