Turismo, Coldiretti Cuneo: “Stagione nera per la montagna, avanti con interventi per la ripartenza”

Terranostra ha chiesto in Regione lo sblocco urgente del Bonus Piemonte per gli agriturismi che non l’hanno ancora percepito

0
148
coldiretti cuneo

Dopo una stagione estiva avara di visitatori stranieri, si sperava in quella invernale, ma nella Granda lo stop al turismo sulle piste da sci sta penalizzando gravemente le località di montagna che ogni anno richiamano decine di migliaia di appassionati, oltre agli amanti della buona tavola. Per questo, al Tavolo del Turismo convocato dalla Regione, Terranostra Piemonte – l’Associazione per l’agriturismo, l’ambiente e il territorio promossa da Coldiretti – ha rimarcato con forza la necessità di interventi urgenti a sostegno di un comparto, quello agrituristico, cruciale per la promozione del territorio.

“Il cibo è diventato il vero valore aggiunto della vacanza Made in Cuneo con la grande scelta di prodotti enogastronomici d’eccellenza che la nostra Provincia sa offrire, dal vino alle carni, dalle eccellenze ortofrutticole ai formaggi fino ai salumi, ma finché il turismo non ripartirà tutto questo sistema avrà bisogno di un’attenzione concreta per poter andare avanti” dichiara Roberto Moncalvo, Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo.

“L’incontro in Regione – evidenzia Stefania Grandinetti, Presidente di Terranostra Piemonte – è stato proficuo per confrontarsi con chi, in prima persona, rappresenta il mondo del turismo e per tracciare le direttive strategiche per la ripartenza. Abbiamo colto l’occasione anche per chiedere urgentemente di rivedere le anomalie non ancora risolte legate al Bonus Piemonte sollecitando la rapida organizzazione di un incontro tecnico per definire la questione. Si tratta di un sostegno economico per un settore che valorizza al 100% il Made in Piemonte, dalla tavola al territorio”.

c.s.