Cherasco, il sindaco Davico sulla Casa di Riposo: “Non viene licenziato nessuno, tutti mantengono il proprio posto di lavoro e i propri incarichi”

"In piena autonomia, il CDA della Casa di Riposo Ospedale di Cherasco ha scelto la strada più indolore per i dipendenti, cioè quella dell'affitto del ramo della cucina"

0
589
Carlo Davico, sindaco di Cherasco

La tematica cucina va avanti da anni. In piena autonomia, il CDA della Casa di Riposo Ospedale di Cherasco ha scelto la strada più indolore per i dipendenti, cioè quella dell’affitto del ramo della cucina. Non viene licenziato nessuno, tutti mantengono il proprio posto di lavoro e i propri incarichi.

Durante il periodo di affitto, ci sarà un supervisore, che è un professionista della ristorazione, che riorganizzerà la cucina e le sue funzionalità. Ieri sera, in Comune a Cherasco, abbiamo fatto un incontro con la mia maggioranza, il sindaco di Narzole, il CDA al completo. La casa di riposo cheraschese funziona benissimo, ma purtroppo ci sono delle problematiche in cucina.

Sta passando un messaggio sbagliato. Le materie prime saranno utilizzate direttamente nella struttura e i pasti verranno cucinati all’interno della Casa di Riposo Ospedale di Cherasco“.

Carlo Davico, sindaco cheraschese (da noi contattato telefonicamente ndr), è intervenuto a riguardo della Casa di Riposo “Ospedale di Cherasco”.