Farigliano, vaccinazioni alla casa di riposo. Il sindaco: “Segno di rispetto per la salute di tutti”

30 dei 42 ospiti della struttura hanno già ricevuto la prima dose del trattamento, oltre a sindaco, direttore e personale amministrativo e sanitario

0
141
farigliano

Sono iniziate lunedì le vaccinazioni contro il COVID-19 presso la casa di riposo comunale di Farigliano. Anche il direttore e il personale sanitario amministrativo, nonché il sindaco Ivano Airaldi, si sono sottoposti al vaccino. Abbiamo contattato proprio il primo cittadino per un riassunto della situazione.

Ivano Airaldi
La vaccinazione del sindaco Ivano Airaldi

“Due giorni fa abbiamo iniziato a fare le vaccinazioni a 30 dei 42 ospiti che noi abbiamo nella casa di riposo. – esordisce Ivano Airaldi – Tra le varie cose abbiamo anche una centenaria, molto molto lucida, attiva e consapevole di quello che ha fatto. Ed ha partecipato anche lei. 

Tutti coloro che operano nella casa di riposo, dal direttore agli operatori e a tutto il personale, hanno aderito al 100% alla campagna vaccinale e si stanno recando, me compreso, presso l’ospedale di Mondovì. 

Non ci sono stati pareri negativi né da parte degli ospiti né da parte dei familiari. Questi ultimi sono stati chiamati in causa per gli anziani non autosufficienti. La cosa è stata presa con molto entusiasmo, forse anche a causa di alcune mie dichiarazioni e di quelle del direttore.

ivano airaldi
La centenaria Rosa con il sindaco

Io ho fatto il vaccino, ero incluso in questa lista perchè essendo la casa di riposo comunale io ho bisogno di accedervi con regolarità per la parte amministrativa. – conclude Ivano Airaldi – Io l’avrei fatto in ogni caso per una questione di spirito di servizio e di responsabilità. Non è solo verso gli ospiti della struttura ma verso tutti i miei concittadini di qualsiasi età, verso coloro che hanno bar, ristoranti, attività. Questo è un piccolo segno di rispetto per la salute di tutti.”