Presentato dal Comitato Piemonte-VdA della LND il Bilancio Sociale 2020

0
300

Si è tenuta nella giornata di oggi la conferenza di presentazione del Bilancio Sociale 2020 del Comitato Regionale tramite la piattaforma Webex.

Un giorno molto importante per lo sport dilettantistico ma non solo, è stato presentato il Bilancio Sociale del 2020 e oggi sono anche intervenute tre personalità importanti sia per lo sport che per la Regione.

Sono intervenuti nella conferenza Gabriele Gravina, Presidente Nazionale della Federazione Italiana Giuoco Calcio e Alberto Cirio Presidente della Regione Piemonte. E’ intervenuto anche, seppure in video e non in diretta, il Presidente Nazionale della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilla.

La conferenza è cominciata con le parole di Christian Mossino, presidente del Comitato Regionale Piemonte e Val d’Aosta dove ha sottolineato l’importanza del poter dare tali informazioni riguardo al bilancio. Si è detto orgoglioso di poter presentare in conferenza una cosa unica in Italia: “Deve essere orgoglio delle società, far conoscere cos’è stato fatto in 4 anni, tutto finalizzato a uno scopo, ossia l’interessamento del calcio dilettantistico.

Da oggi abbiamo dato e portato bene alle società di calcio, tante persone hanno collaborato e suggellato quello che volevamo portare a tutti ossia il bilancio sociale.”

A prendere la parola dopo Christian Mossino è stato il Presidente Nazionale della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Gabriele Gravina per i suoi ringraziamenti e le sue considerazioni.

“Per questo straordinario strumento e progetto, i miei complimenti a tutti per aver centrato per primi il traguardo di un’iniziativa particolarmente straordinaria. Questo Bilancio Sociale deve inorgoglire voi, la Lega e tutto il calcio italiano, è stato un assett strategico il calcio per favorire lo sviluppo dell’intero paese.

Un percorso di trasparenza e valorizzazione di un profilo scientifico a tutti quelli interessanti a questo mondo. Progetto importante sotto un profilo strategico e crescente per il comitato Piemonte Valle d’Aosta con un primo bilancio sociale del calcio dilettantistico con il quale c’è responsabilità sociale e rappresenta il sociale.”

Prosegue il Presidente Gravina: “Oggi parliamo di calcio rappresentato da un comitato che per la prima volta decide di valorizzare il proprio livello di trasparenza. E’ un’iniziativa che spero possa essere imitata da tutti coloro che hanno interesse e partecipano al nostro mondo e modo di essere e agire. Ringrazio il comitato, consiglio e tutti quelli che hanno contribuito a questo progetto che è alla prima edizione ma crescerà e migliorerà sempre di più.”

Dopo le parole del presidente Gravina, è intervenuto per un breve discorso anche il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio.

“Porto con piacere il saluto a tutti da parte della regione e dall’amministrazione regionale, lo sport è tra le realtà più sacrificate, salvaguardata attività motoria ma quella delle federazioni manca a tutti noi, per il benessere fisico, psichico e per educazione.

Quanto tempo e spazio un ragazzo spende all’interno di una società sportiva? Bisognerebbe tener conto sempre di queste dinamiche e anche quando vengono private di queste libertà garantire la sicurezza dei ragazzi.

Sono tematiche complicate e bisogna essere prudenti ma avere buon senso, alla fine della primavera ci sarà un bando specifico per sostenere lo sport e la sopravvivenza di tante realtà sportive. Sento e tocco con mano le difficoltà delle società, presidenti di società con responsabilità sempre più alte. E’ quasi eroico ed ecco perchè le federazioni sono importanti, per far sentire meno soli i presidenti.

Noi investiremo anche con un sostegno economico, per mettere in sicurezza e per aiutare le nostre società sportive. Questo bilancio aiuta perché da trasparenza utile per far sì che noi come regione interveniamo dove serve. Ringrazio tutti e tutto il mondo dello sport e le persone che se ne vanno per ultime dallo stadio per raccogliere palloni.”

Viene poi mandato in onda il saluto virtuale del Presidente Sibilia che non ha potuto partecipare ma ha voluto comunque ringraziare e condividere il progetto.

Si è detto orgoglioso di un progetto di sviluppo portato avanti per la lega nazionale dei dilettanti.

E’ un documento messo a disposizione delle società e non solo con riflessioni sull’impatto sociale che supporta quanto mai utile in periodo come questo, la LND si sta battendo perchè venga riconosciuta questa attività ma servono sostegni di ogni tipo.

Conclude con l’augurio che il 2021 ci possa restituire la normalità perduta.

Ringrazia dell’invito anche Dott. Asvisio, dicendosi orgoglioso di esser stati invitati perché un bilancio sociale cosi bello non si era ancora visto.

Questo ha forma e sostanza ed è un prodotto che potrà essere dimostrato a stakeholder e tanti contenuti rilevanti, non tiene conto solo dell’attività volontaristica già citata da Cirio.

Paolo Biancone illustra la struttura del lavoro svolto sottolineando che siamo di fronte a un report indicato con bilancio finanziario ma anche sociale, costruito secondo l’international frame work fatto tra università, lega e ordine dei commercialisti.

Viene presentato l’indice del report con grafica detta pop in modo tale che venga letto facilmente anche da non esperti del settore.

Il tema centrale sono gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile, il rilancio del calcio femminile e molto altro. Quest’anno è stato l’anno dell’omologazione di tutti i campi per poter mettere in sicurezza e per permettere di giocare.

E’ necessario avere la mappa degli stakeholder ed essere adeguati rispetto ai bisogni delle persone che animano il mondo del calcio.

La nuova sede è stata acquistata risparmiando di anno in anno, senza alcun mutuo o prestito e questo dev’essere d’esempio.

Grazie anche ai social network, prosegue il Dott. Biancone, hanno agito positivamente nella crescita del progetto tramite il sito e l’applicazione ufficiale disponibile per android ed apple.

Viene anche sottolineato come debbano essere valorizzate le società perché il Piemonte ne ha anche alcune centenarie e anche membri del comitato che sono da molto nella Lega. Son stati dati dei premi e riconoscimenti simbolici ma per loro valgono i sacrifici di una vita.

Viene toccato anche il tema salute, molto importante per i membri partecipanti al Bilancio Sociale ma non solo. Viene evidenziato come l’attività sportiva ha benefici su alcune patologie, dalla depressione alla sindrome metabolica.

Verso la fine si parla del covid, piaga mondiale e ovviamente anche per il gioco del calcio, fermati molti campionati e quelli dilettantistici (fatta eccezione per la Serie D) non sono ancora ripresi.

Per i membri partecipanti è stato riscontrato un parere positivo alla qualità del documento ed al suo contenuto sintetico ma esaustivo.

Arrivando ai saluti viene sottolineato che non è stata data informazione e comunicazione alle società ma a tutto il mondo sportivo e politico dice Christian Mussino. Augurandosi infine che sia un 2021 fatto di cose buone, di salute e che questo documento possa aiutare lo sport dilettantistico.