Boves: convocato per il 7 dicembre il Consiglio Comunale in presenza

0
219

Il Consiglio comunale bovesano è convocato (Protocollo 0020589 del 2 dicembre), dal sindaco Maurizio Paoletti, in sessione ordinaria, ed «in presenza», nel Salone, per la sera di lunedì 7 dicembre, alle 20,45 (possibile aggiornamento al giorno dopo se si superano le 24). I temi sono quelli soliti di queste Assemblee di fine anno (anche al termine di un 2020 piuttosto «atipico»).

La data è fissata, non senza riflessioni sulla opportunità di farla «remote», dopo il leggero «allentamento» alle normative di sicurezza sanitaria «Anti COVID 19», la «seconda chiusura» («quasi totale»), in momento, di «zona arancio», perdurante, che consente riunioni non solo «on line» (diversamente da quanto fatto nei Comuni vicini).

Gli atti relativi agli argomenti trattati nella seduta sono a disposizione dei consiglieri all’ufficio di segreteria nel normale orario d’ufficio.
Gli emendamenti alle proposte di deliberazione e relativi allegati dovranno pervenire al Segretario Comunale entro ventiquattro ore precedenti alla Seduta.

Otto sono punti all’ordine del giorno, che, curiosamente, partono da «Proposta di mozione “Difesa della Legge Regionale n. 9/2016» («Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico»), prima della approvazione dei verbali. Si tratta di punto già passato in Consiglio nel febbraio scorso, prima della «pandemia», e che non ha avuto voto favorevole. Lo sollecitano ancora i componenti di «Vivere Boves», ormai con tutto più definito, come presa di posizione «ideale» (nel Comune non vi son «Case da gioco»), dopo lettera di settembre di ACLI, Gruppo Abele, Movimento dei Focolari, di «Libera»…

Quindi si procederà alla ratifica delle «Variazione al Bilancio di Previsione 2020/2022 e DUP» 14 e 15 adottate con Deliberazioni della Giunta comunale 102 dell’8 ottobre e 113 del 26 novembre, alla «Salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2020», alla «Approvazione del bilancio consolidato per l’esercizio 2019 – Articolo 11-bis del Decreto Legislativo 118/2011 e successivi.

Si terminerà con la nomina del «Revisore unico dei conti per il triennio 2021/2023».
Interrogazione (protocollo 20475) del 1° dicembre, presentata dal Capogruppo di Maggioranza Cavallo Gianluca, è, come spesso capita negli ultimi tempi, modo per portare nel Consiglio argomenti che «stanno a cuore» di Sindaco e Giunta. Si parlerà della

«Convenzione con Ente di Formazione Scuola Edile per progetto LED-FARO». Si tratta di progetto in collaborazione con il Politecnico di Torino, con finanziamento di 600.000 euro, per cui manca la firma per la convenzione. Par vi siano dubbi nella «Scuola Edile», con pareri diversi tra la presidente Elena Lovera, favorevole, ed il suo vice, bovesano, si sottolinea, Vincenzo Battaglia, più perplesso. Cavallo chiede lumi sulle intenzioni di Sindaco ed assessore Enrica Marianna Di Ielsi.

ATos