Le novità dal Cravetta-Marconi di Savigliano, fra incontri e progetti

0
299

Secondo incontro martedì 24 novembre (il primo avvenne a maggio), tra gli alunni del Cravetta-Marconi di Savigliano, le docenti Acri Guido, Bosio e Cosentino e lo scrittore Antonio Moresco, nell’ambito del progetto “Adotta uno scrittore 2019-20” del Salone del Libro di Torino. Lo scrittore, collegato da Milano, ha raccontato l’angoscia della città deserta ma anche la scoperta di colori prima invisibili.

Chiacchierando di distanze e fallimenti ai tempi del Covid, ha sottolineato come il distanziamento fisico possa non rivelarsi un male (“A volte bisogna allontanarsi per vedersi meglio”) e che invece è da temere il distanziamento mentale. I ragazzi e l’autore hanno poi dibattuto su come l’uomo-robot tenda a ripetere gli errori del passato, al contrario degli alberi (“Canto degli alberi” è il titolo del penultimo libro di Moresco), su come ci sia bisogno che il software venga ripensato non solo in chiave economica, sui fallimenti che possono diventare occasioni, sui divari generazionali (“Questa non è una generazione perduta, come non lo è stata quella degli scrittori americani.

Non si deve inculcare nei giovani l’idea che i giochi siano fatti”), di come l’intelligenza non sempre sia sinonimo di cultura e soprattutto di sapienza, di negazionisti complottisti e ricerca di capri espiatori, sull’emergenza ambientale e la religione, oggi spesso strumentalizzata e lontana dal rivoluzionario Discorso della montagna. Una boccata di spirito critico per i partecipanti, che si rivedranno, tutt’altro che pixel su uno schermo, il 15 dicembre.

E intanto decolla Il progetto Erasmus+ “Mixing and Enriching Us” proposto dall’Istituto Cravetta-Marconi, che ha come referenti le docenti (Tiziana Allasia, Cristina Ferrero, Anna Maria Maero e Lucia Macchiorlatti), come partner fondatore del progetto insieme alla scuola IES “Fernández Vallín” di Gijón, in Spagna.Tale progetto ha l’obiettivo, attraverso la mobilità degli studenti, di portarli nei diversi paesi partner (Grecia, Lituania, Spagna e Romania) a riflettere su quanto le differenze negli usi e nei costumi di ogni paese possano integrarsi per veicolare un futuro comune in chiave europea. Il progetto, approvato e finanziato, ha una durata di 24 mesi.

Nel corso di questo periodo, gli alunni frequentanti le scuole del progetto, parteciperanno ad attività didattiche e ricreative, facendo tappa in ogni paese partner. A causa dell’emergenza sanitaria in corso, non è stato ancora possibile un incontro reale tra i partner, ma soltanto in modalità virtuale, attraverso la piattaforma ufficiale del progetto “E-twinning”, creando una pagina ufficiale del progetto: https://mixingandenriching.wixsite.com/home

Il primo grande passo, che ha coinvolto gli studenti nel progetto, è stata la creazione di un logo e di una mascotte, che richiamassero il tema proposto: Mixing and enriching us. Learning from our past to build a common future (Mescolandoci ed arricchendoci. Imparare dal nostro passato per costruire un futuro comune). L’istituto “Cravetta-Marconi ha coinvolto alcune classi dell’Indirizzo Tecnico “Grafica e comunicazione, nella fattispecie le classi quarte e classe quinta che hanno ideato diverse proposte, guidate da alcuni docenti (Marco Filippa, Monica Lerda, Francesca Saimandi e Rachele Viti), che hanno poi operato la scelta definitiva.Tutti i loghi sono stati giudicati positivamente e verranno pubblicati sulla pagina Twinspace del progetto.

I vincitori sono risultati gli elaborati proposti da Luca Sandrone (classe 5A) e Giada Peirone (classe 4B). In particolare il progetto di Luca Sandrone sarà utilizzato come logo ufficiale del Progetto a livello internazionale, mentre quello di Giada Peirone sarà utilizzato come mascotte del nostro Istituto nelle varie fasi del progetto. A questo proposito è utile ricordare che l’Indirizzo “Grafica e comunicazione” ha attivato, nel pieno rispetto delle leggi e normative vigenti, una giornata laboratoriale ogni settimana per gli allievi del medesimo corso, per evitare le enormi difficoltà, facilmente comprensibili, nell’attuare a distanza una didattica che richiede necessariamente un’esperienza diretta.

Inoltre viene assicurata, previa richiesta delle famiglie, la possibilità per gli studenti con bisogni educativi speciali, di frequentare in presenza le lezioni. Ripartiranno sabato 28 novembre, con un primo incontro generale sulla scuola, le attività orientative con il seguente calendario: lunedì 30 novembre appuntamento con l’indirizzo turistico, martedì 1 dicembre appuntamento con l’indirizzo grafico, mercoledì 2 dicembre  appuntamento con l’indirizzo sanità e assistenza, giovedì 3 dicembre appuntamento con l’indirizzo servizi commerciali e venerdì 4 dicembre l’appuntamento con l’indirizzo manutenzione e assistenza tecnica e Traporti e logistica.

Le famiglie possono prenotarsi accedendo al sito www.cravetta.edu.it oppure compilando il form direttamente con questo link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSd5uWT02H_BPB1qZfYQB3b9z7E4_Is9HiNqu16BNr0e12umRA/viewform?usp=pp_url o ancora scrivendo a [email protected] lasciando il proprio nominativo, l’indirizzo email e il numero di telefono, possibilmente indicando anche la scuola media di provenienza.

Occorre ricordare che anche quest’anno l’Istituto “Cravetta-Marconi” nell’ambito della ricerca Eudoscopio fimata dalla Fondazione Agnelli, si colloca al primo posto in provincia di Cuneo, per indice di occupazione, nello specifico pari all’88%, con una percentuale elevata di neodiplomati nell’Indirizzo Professionale “Manutenzione ed assistenza tecnica”.

c.s.