Covid-19 a Carrù, il sindaco Schellino: “I casi sono diminuiti, proporremo voucher per aiutare i cittadini”

0
666

Da qualche giorno il Piemonte è tornato in lockdown e per le piccole realtà è senza dubbio un momento di difficoltà. Oggi ne parliamo con il Sindaco di Carrù.

Ai nostri microfoni è intervenuto Nicola Schellino, Sindaco di Carrù dopo le ultime elezioni, per parlare di come il paese sta reagendo a queste nuove restrizioni e alla situazione Covid proprio di Carrù.

“Il nuovo lockdown sta andando abbastanza bene, tolta qualche segnalazione su gruppi di giovani, c’è abbastanza attenzione.  Abbiamo limitato il mercato ai generi alimentari come da disposizioni e i contagiati sono scesi dopo l’impennata con il focolaio alla casa di riposo. 

Ora sono 28 in tutto i positivi, prima erano circa 50, alcuni hanno finito la quarantena e sono anche mancate delle persone. La speranza è che si scenda ancora, nelle ultime due settimane sono scesi parecchio.”

Continua il sindaco in riferimento ad attività commerciali e restrizioni: “Segnalazioni gravi di divieti non ci sono, l’attività commerciale rispetta le restrizioni così come la cittadinanza.

Il ristori-bis è l’unico aiuto che il comune può fare mentre aspettiamo altri interventi nazionali. A livello comunale difficilmente possiamo mettere in pratica un decreto assistenziale ma abbiamo il progetto legato ai voucher per ogni singolo cittadino maggiorenne, da spendere nel comune di Carrù presso commercianti e artigiani. 

Stiamo accelerando il processo, i voucher erano programmati per il prossimo anno ma stiamo cercando di metterlo giù già per fine anno. 

C’è da dire che questo dpcm è stringente ma non quanto aprile, prima era lockdown totale ora mitigato, l’attività sportiva di un certo tipo è ancora consentita, la didattica a distanza è solo per alcune classi. Mancano ancora alcuni step per arrivare al livello di aprile, sperando però non riaccada più una situazione simile.”