Bene Vagienna, il sindaco Ambrogio: “Le ASL sono intasate, usate il buonsenso”

"Chi avesse i sintomi, rimanga a casa e chiami il proprio medico di base"

0
205
Il sindaco di Bene Vagienna, Claudio Ambrogio

Con una diretta YouTube (andata in onda ieri sera), il Primo Cittadino benese Claudio Ambrogio ha fatto il punto della situazione sui contagi in paese e soprattutto ha spiegato com’è la situazione nelle ASL.

Le ASL sono completamente intasate” – esordisce Ambrogio – “La situazione non è solo pesante per le ASL, ma lo è anche per i medici di base. Come già ho riportato nei giorni scorsi, il sito della Regione Piemonte non è attendibile, me lo ha confermato il Direttore dell’ASL; ogni sindaco ha il dovere di accedere al sito della Regione per informarsi chi è posto in quarantena e, quindi, visto che in paese ci conosciamo tutti, chiamo direttamente a casa i cittadini per avvertirli che devono stare in isolamento; purtroppo è già capitato che neanche gli stessi cittadini sapevano di essere in isolamento.

Invito tutti ad usare il buonsenso e chi avesse i sintomi, rimanga a casa e chiami il proprio medico di base. Al momento ci sono 18 positivi (al 30 ottobre), ma le norme e le leggi sono cambiate: dopo 10 giorni di quarantena si viene sottoposti al tampone, se questo tampone dà esito positivo, la quarantena si allunga fino al ventunesimo giorno; poi si viene sottoposti al secondo tampone e se anche questo tampone risulta ancora positivo, si è comunque liberi di uscire dall’isolamento perché la carica virale è bassa. Quindi sono a conoscenza di persone che sono positive che però possono uscire senza rincorrere a sanzioni”.