Moretta: A Protezione civile e Croce Rossa 26 mila euro di contributo attraverso il conto corrente dedicato attivato dal Comune

0
198

La scorsa primavera, in piena emergenza Covid, il Comune di Moretta aveva aperto un conto corrente dedicato alla raccolta fondi per promuovere azioni a sostegno delle misure di contrasto dell’emergenza epidemiologica.

«I fondi – spiegava il sindaco Gianni Gatti – saranno utilizzati a sostegno della Croce rossa e della Protezione civile di Moretta, due associazioni che, fin dal primo giorno di emergenza sanitaria, hanno operato in prima linea per aiutare eliminare i disagi della cittadinanza morettese».

Il decreto “Cura Italia” ha previsto che per le erogazioni liberali in denaro, effettuate dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore del Comune, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza spetta una detrazione dell’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito pari al 30 per cento, per un importo non superiore a 30 mila euro.

«A distanza di sei mesi – continua Gatti – è tempo di fare il punto sulla situazione, e fornire un resoconto puntuale di quanto è stato raccolto. Siamo andati ben oltre le previsioni, questo significa che i morettesi hanno compreso l’importanza dell’associazionismo e del volontariato. Al di là delle cifre mi preme rimarcare la grande attenzione e lo spirito di comunità dimostrato da Moretta e dai morettesi durante la fase acuta dell’emergenza. Lavorando insieme, aiutandoci, abbiamo fatto squadra, cercando di non lasciare indietro i più deboli, e di sostenere chi era in difficoltà. La cronaca ci dice che questa emergenza non è finita, ma che ci attende un autunno complicato. Come Comune cercheremo di non mollare la presa, e sostenere il paese».

Grazie al conto corrente aperto in primavera sono stati raccolti 26,171 euro che andranno così suddivisi: 10 mila euro alla Croce Rossa di Moretta e 16 mila alla Protezione civile sotto forma di attrezzature e dispositivi necessari all’associazione.

«Ciò che hanno fatto Croce Rossa e Protezione Civile durante il lockdown e nei mesi successivi è encomiabile – conclude il sindaco -. Sono felice che tanti cittadini abbiano voluto premiare il loro operato con una donazione liberale. Accanto a tanti cittadini mi preme ringraziare alcune aziende che hanno fornito un deciso contributo: Vilfer, Inalpi, Alimenta, Millone Serramenti, Prestofresco e azienda agricola Bertea. Grazie per il sostegno».

Anche sindaco e giunta hanno contribuito versando una quota sul conto corrente.

comunicato stampa