Coronavirus: all’Ospedale di Saluzzo 50 ricoveri, 2 sono in terapia intensiva

Preoccupa, nell'area Asl Cn1, la mancanza di personale ed i posti di ricovero ordinari

0
317

Attualmente la situazione che più preoccupa, è quella relativa ai ricoveri nei reparti, e non la terapia intensiva: a confermarlo è l’Asl Cn1, che riferisce che per via di una volontà regionale, ogni ospedale deve essere dotato di un reparto a disposizione per i malati covid e, a tal proposito, si stanno ridisegnando e rimodulando alcuni dei reparti interni.

Al Santissima Annunziata di Savigliano, la scorsa settimana è stato riscontrato un caso covid fra i dipendenti: il reparto in questione è stato chiuso, ed i pazienti sono stati dirottati sull’ospedale di Mondovì.

L’altra grande preoccupazione è la mancanza di personale medico e sanitario, dopo la scorsa ondata: purtroppo la situazione non è migliorata, anzi è andata intensificandosi a causa delle molte persone andate in pensione.

Al momento, presso l’ospedale di Saluzzo, ci sono ricoverati 50 pazienti covid, di cui 2 in terapia intensiva: gli altri sono stati smistati all’interno degli altri ospedali al fine di non creare troppa pressione anche sullo staff medico, mentre solamente due posti di terapia intensiva sono attualmente occupati.