Lo sfogo di una mamma saluzzese: “In alcune scuole, gestione tremenda della situazione”

0
679
Immagine di repertorio

La situazione emergenziale nella quale stiamo vivendo sta facendo emergere alcune difficoltà di gestione da parte di molti.

Di seguito una denuncia fatta da una mamma di una alunna saluzzese, fa emergere le problematiche legate alla difficoltà che ne deriva dalle quarantene preventive fiduciarie, che scattano non appena si rilevi all’interno della classe, un alunno od un membro del personale positivo al Covid-19.

Purtroppo è brutto non sapere mai nulla – ci confida una mamma – mia figlia a scuola ha solamente la metà dei professori, perché gli altri sono in quarantena. La cosa però che dispiace, è che i genitori e gli alunni, scoprono questa realtà, solamente nel momento in cui si recano in classe al mattino, e non vedendo i professori capiscono, ma ufficialmente noi sappiamo solamente quando viene isolata la nostra classe, nulla di più. La mia volontà non è sapere chi manca e per quale motivo, vorrei solamente che venisse dato avviso di mancanza di personale ed eventualmente ritardi nella scuola e disagio. So molto bene che questo è un anno particolare e me ne rendo perfettamente conto, non giudico nessuno ne tanto meno vorrei trovarmi al loro posto, perché comprendo la difficoltà che ne derivi a livello organizzativo, ma la difficoltà non fa altro che riversarsi anche sulle famiglie.”