Il Torino Jazz Festival approda al Teatro Sociale “G. Busca”

0
443

Giovedì 5 novembre alle ore 21, presso il Teatro sociale di Alba, il Torino Jazz Festival Piemonte approda al Teatro Sociale di Alba grazie alla collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune. Sul palco Alessandra Morra, Peppe Servillo e Furio di Castri incontrano la scrittura di Fenoglio per rievocare insieme agli spettatori le origini della musica afroamericana e il suo arrivo in Italia.

L’evento trasversale alla letteratura e alla musica racconta il diffondersi e il radicarsi di un nuovo genere musicale, il jazz, che alla fine della Seconda guerra mondiale diviene la musica evocativa della rinascita: canticchiare e canterellare il jazz, come avrebbe detto Fenoglio, è l’ispirazione di un progetto polifonico e trasversale dedicato alla poetica, alla letteratura e alla musica. Gli artisti sul palco, nel connubio di una trasversalità voluta, restituiranno un paesaggio di rinascita, nei colori di un arcobaleno.

L’evento è gratuito fino ad esaurimento posti disponibili ed ha luogo nel pieno rispetto delle nuove norme igienico-sanitarie.

IL TJF PIEMONTE prosegue con Gianni Coscia, Dino Piana ed Enrico Rava, protagonisti ad Asti insieme al regista Pupi Avati con una insolita serata di accordi e di ricordi, produzione originale del TJF Piemonte (13 novembre); a Moncalieri, il jazz dialoga con il cinema in un concerto diretto da Andrea Ravizza dedicato al grande regista Federico Fellini, di cui ricorre il centenario dalla nascita (15 novembre); Dan Tepfer, franco-americano, pianista e astrofisico ha fatto dell’eclettismo una vera e propria cifra stilistica e al Museo di Rivoli porta un’indagine profonda sulla reciprocità possibile tra processi naturali e meccanici (29 novembre). L’ultimo appuntamento del festival è al Teatro Civico di Chivasso con Alessio Menconi Organ Trio: una formazione che si lascia ispirare da gruppi storici come Wes Montgomery, George Benson e Kenny Burrell (12 dicembre).

Il festival tocca tutte le province della regione Piemonte con 17 concerti in 13 Comuni del Piemonte coinvolgendo oltre 40 artisti.

“Vorrei sottolineare ancora una volta – commenta l’assessore albese alla Cultura Carlotta Boffa – il grande impegno dell’architetto Alessandra Morra che negli anni ha saputo offrire alla cittadinanza albese grandi personaggi che si occupano di cultura, scrittori, giornalisti, musicisti. Alessandra, con i suoi ospiti, darà vita ad uno spettacolo capace di descrivere attraverso l’opera di Fenoglio l anima della nostra terra. Restituito alla sua quotidianità fragile, lo scrittore albese riesce con la sua poetica a descrivere la nostra malinconia il nostro vivere con passione, la forza dell’attesa. Perchè lassù, oltre l’arcobaleno, tutto è possibile, i nostri sogni sono intatti, le nostre speranze sono ad un passo”.