“I Sentieri dei Frescanti”, piccolo-grande boom di attrattiva roerina

0
92

+300% di interazioni negli ultimi tre mesi, accompagnate da 5.700 visualizzazioni del portale internet sentierideifrescanti.it, oltre due anni di lavoro intenso per creare un vero circuito artistico capace di valorizzare gli affreschi e l’architettura del Roero, e ben 9 Comuni coinvolti.

Sono questi, alcuni dei “numeri” stilati sabato scorso a Magliano Alfieri, nel castello: nella conferenza volta a fare il punto su questo importante progetto ideato e coordinato dall’arch. Silvana Pellerino dello StudioEco, con l’apporto dell’Associazione dei Sindaci roerini, dell’Ecomuseo delle Rocche (rappresentato, in questa sede, dal presidente e primo cittadino montatese Andrea Cauda), e finanziato dalla Compagnia di San Paolo e principalmente dalla Fondazione Crc, che qui ha avuto come ambasciatori il presidente Aca Giuliano Viglione e il consigliere Giorgio Garelli.

L’occasione è stata utile per relazionare sull’attività in sé, e sugli ottimi esiti degli “open day” innescati al partire da luglio scorso nei differenti siti interessati dai Sentieri: ma anche per fare qualche passo in più in questa azione che compie un passo fondamentale in fatto di fruibilità del territorio ai visitatori. Ossia, un’apertura ragionata e “di contenuto” che ben si innesta nell’offerta attrattiva locale.

Non a caso, è stato introdotto il lavoro del tour operator Elke Hartner che presenterà a breve i pacchetti turistici dedicati alla visita degli affreschi. Lo stesso Andrea Cauda ha poi parlato del rapporto tra Roero Bike Tour e Sentieri dei Frescanti e come la strategia del futuro sia far crescere il turismo outdoor e la rete sentieristica locale così ricca e variegata. C’è poi l’aspetto della multimedialità: con i video realizzati da Lavezzo Studios che narrano le bellezze del Roero dal paesaggio all’agricoltura agli affreschi, parte piena e integrante dell’operazione. Che, ora, si appresta a compiere un balzo deciso già pianificato a partire dalla prossima primavera.

«Ossia il progetto “Ceramiche d’Artista” -ha spiegato la Pellerino- dedicato alla grande arte contemporanea e ai nomi più celebri sul panorama mondiale da Pablo Picasso a Salvador Dalì. Sarà una mostra itinerante suddivisa su più Comuni che vede come nuovo partecipante la città di Canale: che, in questa occasione, si unisce al Circuito dei Frescanti».

C’è un’unitarietà di fondo: «La mostra nasce per valorizzare un intero territorio, non solo un singolo paese. Punterà ad essere uno delle grandi eventi culturali del Roero per valorizzare ancora di più il circuito dei Frescanti, e di tessere nuove importanti legami con artisti cinesi emergenti che hanno già esposto in tutto il mondo».

Paolo Destefanis