Eccellenza B: Acqui, Asti e Chisola al top. Quante emozioni oltre il 90′!

Il report della prima giornata di campionato

0
346
Foto Federico Rava

Inizio a dir poco scoppiettante per il Girone B di Eccellenza 2020-21. Tante le emozioni per l’atteso ritorno in campo dopo un’attesa di 7 mesi e l’antipasto di Coppa. Un antipasto che, però, non ha quel sapore tanto amato, e desiderato, del campionato.

Un torneo che inizia con risultati rotondi, roboanti, colpi a sorpresa e rimonte in zona Cesarini. Ma andiamo con ordine.

SUCCESSI NETTI – Vincono e convincono, in particolare, Acqui, Asti e Chisola: i termali piegano con un secco 3-0 l’Atletico Torino grazie a Merlano, Ivaldi e Coletti; poker esterno invece dei “Galletti”: sul campo del Castellazzo è 1-4 con i centri di Lewandowski (doppietta), Piana e Picone su rigore (Torre per i padroni di casa); cinquina per i torinesi che dominano il Rivoli, steso dai gol di Garcetti, Giambertone (doppietta), Geraci e Granata.

I COLPI – I risultati più pesanti, con ogni probabilità, arrivano da CBS e Olmo: gli uomini di mister Telesca piegano una delle formazioni più attrezzate del girone, vale a dire il Pinerolo (2-1), con le reti di Messineo e Barrella, mentre per la compagine di Rignanese non basta Alfiero; trasferta astigiana vincente invece per i cuneesi di Magliano che ringraziano Dalmasso e passano sul campo del Canelli SDS

OLTRE IL 90′ – Non sono mancati, però, i finali da batticuore. Succede di tutto al “Don Eandi” di Centallo, dove la Giovanile di Bianco, sotto 0-2 a 20′ dal termine (rigore di De Souza e gol di Castagna) con la Benarzole, la ribalta in zona Cesarini: Magnino dal dischetto riapre i conti, con la rimonta completata, addirittura, nei minuti di recupero con Vallati e, al 93′, con il colpo di testa di Tavella, 3-2. Strappano un punto all’ultimo pallone Pro Dronero e Albese: Niang riacciuffa al 94′ il Corneliano Roero (in vantaggio grazie ad un autogol al “Drago”), Bosio al 97′ beffa il Vanchiglia.

Esordio negativo, infine, per il Moretta, che cade in casa con il Lucento: Racioppi, Clori ed un’autorete puniscono i biancoverdi di Cellerino.