Cuneo: apre la “Città dei Talenti”, lo spazio dedicato all’orientamento precoce (FOTO)

Il progetto ideato dalla Fondazione Crc si svilupperà nell'edificio di Rondò Garibaldi e permetterà a giovani tra i 7 e i 13 anni di "allenare" le proprie scelte

0
173

La “Città dei Talenti” di Cuneo diventa realtà e apre le porte a bambini e ragazzi, con l’obiettivo di aiutarli nell’orientamento che li porterà a prendere delle decisioni importanti riguardanti il loro futuro scolastico. L’inaugurazione è avvenuta nella mattinata di oggi, martedì 29 settembre, presso l’edificio di Rondò Garibaldi, che dopo essere stato acquistato dalla Fondazione Crc, in seguito ai lavori di ristrutturazione può ora ospitare la “città” dove i ragazzi della fascia di età tra i 7 e i 13 anni possono scoprire i propri talenti.

Il progetto, ideato dalla Fondazione Crc e selezionato e cofinanziato insieme a Impresa sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, vede come ente capofila la Cooperativa Sociale “O.R.So”, con un ampio coinvolgimento di partner attivi in ambito educativo: cooperative, agenzie formative, associazioni di categoria, Regione Piemonte, Ufficio Scolastico Territoriale e Fondazione Zancan. All’interno della “Città dei Talenti” i bambini possono esplorare i loro interessi attraverso giochi digitali e analogici, scoprendo le loro abilità divise in diverse aree: sportivo-motoria, linguistico-comunicativa, logistica-organizzativa, tecnico-logica, scientifico-naturalistica, creativo-manuale, relazionale. Ogni bambino avrà la possibilità di sperimentare un metodo che potrà utilizzare nella sua vita, continuando a confrontarsi con genitori, insegnanti e orientatori.

“C’è grande soddisfazione per questa inaugurazione – ha spiegato il presidente della Fondazione Crc Giandomenico Genta -. Negli ultimi anni abbiamo realizzato un grande investimento sull’orientamento e sulla lotta alla dispersione scolastica, campi strategici per il futuro. Con questo progetto pensiamo al futuro dei nostri ragazzi, che vengono messi al centro”. Concorde il presidente della Copperativa Sociale ORSo Andrea Genova: “La ‘Città dei Talenti’ è una risorsa utile per accompagnare e sostenere le nuove generazioni nei loro percorsi di crescita e di scelta, ma è anche una sfida, visto che la struttura vuole diventare uno spazio di partecipazione e condivisione con la comunità, dove sviluppare nuove proposte e opportunità per i nostri giovani”.

La visita alla “Città dei Talenti” (della durata di 2 ore e mezza) è aperta a scuole e famiglie, ma solo su prenotazione dal mese di ottobre a dicembre 2020, prima di un’interruzione per permettere la conclusione di altri lavori all’interno dell’edificio. Per insegnanti e operatori è possibile prenotare una visita con la spiegazione del percorso esperienziale e del progetto, della durata di circa 1 ora. Per info e prenotazioni si può inviare una mail a [email protected]