Caraglio, Paraloup, Vinadio e Barcellonette ospitano il 2° Festival Frontière

0
301

Si terrà dal 2 al 4 ottobre 2020 a Caraglio, Paraloup, con incursioni a Vinadio e Barcelonnette, la 2° Edizione del Festival Frontière, la manifestazione biennale organizzata da Fondazione Nuto Revelli, Filatoio Rosso di Caraglio, ACTI Teatri Indipendenti, Festival delle Migrazioni quale azione del progetto MigrACTION, cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma di cooperazione transfrontaliera Interreg V-A Italia-Francia ALCOTRA 2014-2020 – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR). Capofila il Comune di Vinadio e partner la Ville de Barcelonnette, la Fondazione Nuto Revelli Onlus, la Fondazione Filatoio Rosso e ACTI Teatri Indipendenti.

Il Festival si apre al Filatoio Rosso di Caraglio venerdì 2 ottobre alle ore 16,00 con la tavola rotonda tra coordinatori di alcuni dei Festival sulle Migrazioni italiani e europei per “mettere in rete” professionalità ed esperienze di chi da anni lavora con i migranti in ambito artistico e culturale. Novità di questa edizione sono infatti le partnership con il Festival delle Migrazioni Acquaformosa (CS) e il Festival delle Migrazioni di Torino, importanti manifestazioni che da anni affrontano queste tematiche a livello nazionale e internazionale.

Sono numerosi gli appuntamenti che si susseguono per tutto il primo week end di ottobre: convegni, spettacoli, cammini sui sentieri dei migranti (e molto altro ancora). Venerdì 2 ottobre a Caraglio al Filatoio Rosso alle 18,00 Alberto Gedda, direttore de Corriere di Saluzzo modera un incontro dedicato al tema del lavoro dei migranti in agricoltura; mentre alle 21,30 il Teatro Civico ospita una particolare produzione teatrale di SUQ Genova, Da madre a madre, ispirata al libro di Nuto Revelli “L’anello forte”.

Sempre a Caraglio Sabato 3 ottobre, Filatoio Rosso ore16,30, il primo degli appuntamenti dedicati ai più piccoli: E venne la Notte. Storie di masche, di folletti e creature del mistero della Compagnia Il Melarancio; alle 21,30 al Cinema Contardo Ferrini sarà proiettato il docufilm The Milky way. Nessuno si salva da solo di Luigi d’Alife con la partecipazione del regista.

Domenica 4 ottobre il Festival si sposta alla Borgata Paraloup dove alle 10,30 si terrà il workshop Oltre le Frontiere: il futuro della montagna nel laboratorio Paraloup (link su Resi-stanza Google Meet https://meet.google.com/phs-xdpf-gjb); alle 15,00 dedicato ai bambini dai 6 anni in su, Sotto la tenda. Vi racconto il mio Marocco, prodotto da Cicogne teatro arte musica e, a conclusione della manifestazione alle 16,00 lo spettacolo teatrale Radio International, azione conclusiva di ACTI Teatri indipendenti nell’ambito del progetto MigrACTION.

Domenica è aperto il bar ristorante della Borgata, per il pranzo è obbligatoria la prenotazione. Per chi non vuole stare fermo segnaliamo la visita guidata che in pullman, da Caraglio a Barcelonnette, ripercorre antiche vie della migrazione (sabato 3 ottobre, ritrovo alle 9,30 al Filatoio Rosso).

E’ invece dedicata agli sportivi la prima tappa del MigraTour Trekking in programma domenica 4 ottobre, ritrovo alle 8,30 davanti al Filatoio Rosso, muniti di acqua e scarponcini. Tutte le attività sono a ingresso libero. I posti sono limitati. E’ obbligatoria la prenotazione: tel. 3519553840 – mail [email protected]