Nuovi Mondi Festival chiude con lo speleologo Andrea Gobetti e la Street Up Comedy di Francesco Giorda

Domenica 27 settembre ultima giornata del “Nuovi Mondi” 2020 con eventi a Valloriate e Rittana

0
114

Domenica 27 settembre il “Nuovi Mondi” Festival 2020 vive la sua giornata conclusiva con un interessante calendario di appuntamenti tra Valloriate e Rittana. Tra gli eventi in programma la Street Up Comedy dell’imprevedibile e poliedrico Francesco Giorda, che porta il teatro di strada a Rittana a partire dalle 14,30. Alle 16,30 al Campo Base di Valloriate va in scena Carie, un viaggio nelle cave di marmo delle Apuane, a cui segue l’incontro con l’ultimo ospite dell’edizione di quest’anno, Andrea Gobetti, uno dei maggiori speleologi italiani, che presenta in anteprima nazionale il suo ultimo libro “Dal fondo del pozzo ho guardato le stelle”.

Nel mezzo appuntamenti con l’arte, laboratori sensoriali e un po’ di e-bike, mentre sul grande schermo continua la proiezione degli ultimi film del “Nuovi Mondi” Film Festival prima della premiazione finale del Concorso Doc. Il programma completo e aggiornato del “Nuovi Mondi” Festival 2020 è visionabile sul sito Internet ufficiale www.nuovimondifestival.it e sulla pagina FaceBook dell’evento. Ma ecco il programma completo della giornata:

Ore 11,30 – Rittana

Arte in Montagna con Giacomo Doglio

Visita alle tre mostre nell’ex Canonica con opere di Nespolo e al piccolo Museo dell’Arte Sacra accompagnati dal sindaco e esperto d’arte Giacomo Doglio.

Ore 14,30 – Rittana

Passi di benessere, il cammino come via di salute

Piccolo laboratorio esperienziale di attività sensoriale e meditativa in natura con Barbara Milanesio e Federica Collino, partendo dalla conoscenza degli effetti benefici che lo stare in Natura ha sul sistema Corpo-Mente, fino ad arrivare alla conoscenza del valore simbolico del piede, organo principe del cammino, sperimentando i benefici della meditazione camminata a piedi scalzi.

Ore 14,30 – Valloriate, Campo Base

E…bike!

Un pomeriggio dedicato alle due ruote con Stefano Melchio e Marco Revelli (Bike Park Tajarè), adatto a grandi e piccini per imparare e migliorare le basi di tecnica della bici in montagna. Campo scuola + giro sui sentieri del Bike Park Tajarè accompagnati da guide cicloturistiche esperte e possibilità di testare in loco l’e-bike.

Ore 14,30 – Rittana, Percorso di Arte e Natura “‘L pisai ‘d Masarin”

Francesco Giorda – Street Up Comedy (Produzione: Teatro della Caduta)

Street Up Comedy è il risultato dell’esperienza del teatro di strada unita alla comicità sottile e sagace tipica dello Stand Up anglosassone. La comicità è feroce e irriverente. Nessuno è escluso. Ogni volta Francesco crea uno spettacolo diverso costruendolo sul suo pubblico, ne coglie le caratteristiche, le sfaccettature e le mette in relazione creando una vera e propria rete narrativa di significati che si evolvono in un coinvolgente crescendo comico.

Ore 14,30 – Valloriate, Sala Cinema

Il vento del Nord può essere caldo (Aleksei Golovkov, Russia, 2020, 60’)

L’eremita, filosofo e pastore di renne Alexander vive da solo da molti anni nel cuore della taiga artica in Yakutia. Centinaia di chilometri di foreste, montagne e tundra sono la sua casa. La sua vita è una lotta senza fine per la sopravvivenza. Invece di un negozio, ci sono montagne, invece di un frigorifero, un ruscello, invece di Internet, un walkie-talkie.

Ore 15,30 – Valloriate, Sala Cinema

Speleonaut (Sonja Dekic, Serbia, 2020, 56’)

Alla vigilia della conquista della Luna da parte dell’uomo, nell’estate del 1969, Milutin Veljković, 34 anni, partì per trascorrere i successivi 15 mesi in una grotta lunga due chilometri nel sud-est della Serbia, in compagnia di una dozzina di galline e anatre e un cucciolo. Veljković non era interessato solo a battere il record nelle abitazioni rupestri, ma mirava a penetrare nell’universo della profondità.

Ore 16,30 – Valloriate, Campo Base

CARIE – Un viaggio nelle cave di marmo delle Apuane

“L’arrampicata esiste là dove la si vuole vedere. È una cosa che ha a che fare con la nostra apertura mentale, con il numero di prospettive diverse con le quali siamo disposti a osservare una scena, fino a ribaltarne il significato. Fino a far diventare bello ciò che era brutto e a dargli una nuova vita” (Marzio Nardi). Il viaggio di un gruppo di arrampicatori, fotografi e videomaker nelle cave di marmo delle Alpi Apuane, alla scoperta di una nuova dimensione dell’arrampicata, ma non solo: un dibattito delicato sull’equilibrio tra salvaguardia ambientale e sviluppo umano. Interverranno alla fine della proiezione del film l’ideatore Marzio Nardi e il videomaker Achille Mauri.

Ore 17,30 – Valloriate, Campo Base

Andrea Gobetti – Dal fondo del pozzo ho guardato le stelle

Uno dei più grandi speleologi italiani, è anche esploratore, scrittore, regista e alpinista: ha iniziato prestissimo a scrivere, ad arrampicare in montagna e a calarsi nel fondo degli abissi, dedicando libri e video alle sue avventure speleologiche. Presenterà al Nuovi Mondi, in anteprima nazionale, il suo ultimo libro “Dal fondo del pozzo ho guardato le stelle”, di cui leggerà alcuni divertenti estratti. A seguire la proiezione de “L’ombra del tempo” (Fulvio Mariani, Andrea Gobetti e Claudio Cormio, Italia, 2004, 52′).

Ore 19,15 – Valloriate, Sala Cinema

The last mountain (Dariusz Załuski, Polonia/Pakistan, 2018, 83’)

Durante il tentativo di scalare il K2, ultima vetta himalayana inviolata in inverno, i veterani Krzysztof Wielicki, Adam Bielecki e Denis Urubko soccorrono l‘alpinista francese Elisabeth Revol, dando vita ad una delle operazioni di salvataggio più straordinarie della storia dell’alpinismo.

Ore 21,00 – Valloriate, Campo Base

Premiazione film Concorso Doc “Nuovi Mondi” Film Festival 2020

c.s.