Il capo della Polizia a Cuneo per l’intitolazione della Questura e della piazzetta antistante

Domani, mercoledì 23 settembre, Franco Gabrielli sarà nel capoluogo della Granda per presenziare alla cerimonia

0
217

Domani, mercoledì 23 settembre, il capo della Polizia – direttore generale della pubblica sicurezza Franco Gabrielli sarà a Cuneo per presenziare alla cerimonia di intitolazione della questura a Sergio Zucco e della piazzetta antistante l’edificio a Raimondo Usmiani.
Gabrielli atterrerà in mattinata all’aeroporto di Levaldigi: a Cuneo arriverà intorno alle 10. In Questura incontrerà i familiari delle due persone a cui viene dedicata la cerimonia, in programma intorno alle 11 nella piazzetta antistante l’edificio. Oltre a quello del questore di Cuneo Emanuele Ricifari, è previsto anche l’intervento del sindaco di Cuneo e presidente della Provincia Federico Borgna.

Zucco, poliziotto nato a Trinità nel 1953, morì nel settembre del 1979 all’ospedale di Cuneo, in seguito alle gravi ferite riportate qualche giorno prima durante un servizio antirapina alle Poste di Moiola, quando a colpirlo fu un carabiniere, per errore. Aveva 26 anni.

Usmiani, nato a Pola nel 1907, fu brigadiere: prestò servizio a Cuneo tra il ’43 e il ’45, periodo in cui salvò la vita a molti partigiani e ai loro familiari (tra cui il fratello di Palmiro Togliatti, rifugiato a Frabosa Sottana) grazie alle informazioni che fornì: morì nel 1966.