Linea Bra-Cavallermaggiore: il commento dei sindaci Fogliato e Sannazzaro

Riparte il servizio con 12 corse giornaliere (su autobus), dopo la sospensione della linea ferroviaria

0
637
Da sinistra, i sindaci Gianni Fogliato e Davide Sannazzaro

Bra-Cavallermaggiore: riparte il servizio con 12 corse giornaliere (su autobus), dopo la sospensione della linea ferroviaria. Telefonicamente abbiamo raggiunto i primi cittadini Gianni Fogliato (Bra) e Davide Sannazzaro (Cavallermaggiore).

Fogliato:Il problema sono i costi e l’utilizzo, la Regione si è resa disponibile a intervenire dodici corse giornaliere di bus sostitutivi, con orari diversi ma che permettono di arrivare per tempo sia agli studenti e sia ai pendolari. Sappiamo che il treno, per tanti motivi, è più comodo del trasporto su gomma. Ho chiesto al responsabile dell’Ufficio Mobilità della Regione di modifica il percorso dei pullman, cioè di imboccare la tangenziale ovest e di non transitare in via Piumati, per non sovraccaricare il traffico. Per quel che ci riguarda siamo moderatamente soddisfatti, anche se era meglio ripristinare i treni. Fra il nulla e avere i pullman, è meglio avere qualcosa. La linea non viene cancellata e presidieremo per il ripristino del servizio. Entro qualche mese dovrebbero tornare operative, invece, la prima e ultima corsa ferroviaria della giornata, da e per Torino“.

Sannazzaro:Ho una soddisfazione minima, molto bassa. Alla fine abbiamo raggiunto gli obiettivi basilari. Gli studenti e i pendolari hanno un mezzo di trasporto e, oltre questo, la linea rimane comunque aperta. L’obiettivo della città e del sottoscritto è e rimarrà il ritorno dei treni. Passare da 32 a 12 corse, da rotaia a gomma, è sicuramente un problema per Cavallermaggiore. Prendo atto dello sforzo della Regione, ma lavorerò e lavoreremo nella direzione ben precisa che ho detto poc’anzi. Quando l’utenza ferroviaria ritornerà alla normalità, gradualmente saranno riattivate le corse. Ma senza una tempistica definita“.