Dai Rotary Club Canale Roero, Alba, Bra e Savigliano 130 termoscanner per le scuole della Granda (FOTO e VIDEO)

La consegna è avvenuta presso il Provveditorato agli Studi di Cuneo, alla presenza del provveditore Maria Teresa Furci: "Contributo molto importante per poter ripartire in sicurezza"

0
474

Centotrenta termoscanner per 42 plessi scolastici di scuole medie del territorio. Li hanno donati i Rotary Club di Alba, Bra, Canale Roero e Savigliano. La consegna è avvenuta nella mattinata di oggi, lunedì 7 settembre, presso il Provveditorato agli Studi di Cuneo, alla presenza di alcuni dirigenti scolastici e del provveditore Maria Teresa Furci. I termoscanner permetteranno di misurare la temperatura a un totale di 6000 alunni di 109 classi prime, 112 seconde e 106 terze di scuole medie.

“E’ stato un periodo difficile per tutti, specialmente per la scuola – ha detto Maria Teresa Furci -. Adesso è il momento di ripartire e di farlo in sicurezza. Ci sono solo tre azioni che possono limitare il contagio del virus: misurare la temperatura, lavarsi le mani e mantenere il distanziamento sociale. Ecco perché il contributo del Rotary che ci ha donato i termoscanner è così importante e gradito. L’obbligo del controllo della temperatura è delle famiglie, ma il fatto che la scuola si doti di uno strumento adeguato aumenta le possibilità di diminuire il rischio dei contagi, per questo ringraziamo il Rotary”.

Carlo Borsalino, presidente del Rotary Club Canale Roero, ha spiegato come si è arrivati a questo aiuto concreto: “Abbiamo pensato quale potesse essere il modo migliore per dare il nostro contributo al mondo della scuola in questo periodo così difficile. Tutti hanno collaborato nel migliore dei modi per questo progetto: il Covid è un’epidemia mondiale, dobbiamo combatterlo insieme. Continueremo a farci conoscere nelle scuole anche con incontri e visite, appena sarà possibile, perché vogliamo spiegare ai più giovani che cos’è il Rotary e quali attività porta avanti”.

“Quello della scuola è un tema fondamentale – ha aggiunto Enrico Strada, presidente del Rotary Club Alba -: per far ripartire tutto, è necessario che riparta la scuola, e che lo faccia in sicurezza”. Concorde il presidente del Rotary Club Bra Alberto Bielli: “La scuola è centrale nella vita di ogni società, è importante che possa ripartire in sicurezza e senza distinzioni”. Giovanni Battista Testa, presidente del Rotary Club Savigliano, ha rimarcato l’attenzione rotariana per il mondo dei giovani e delle scuole: “Siamo spesso conosciuti per altre attività, ma facciamo molto per i programmi educativi e per la formazione di giovani e giovanissimi, elementi che vogliamo comunicare per poter avere sempre più partecipazione anche da parte di studenti e ragazzi giovani”.

Ai nostri microfoni, ecco le parole del provveditore di Cuneo Maria Teresa Furci e dei presidenti dei Rotary Club coinvolti: Carlo Borsalino (Canale Roero), Enrico Strada (Alba), Alberto Bielli (Bra), Giovanni Battista Testa (Savigliano).