Cuneo: la comunità di San Benigno si stringe attorno alla famiglia di Samuele, salutato oggi per l’ultima volta

Oggi pomeriggio presso il campo sportivo di San Benigno, i funerali del 14enne cuneese, una delle cinque vittime del tragico incidente di Castelmagno

0
509

Samuele, non sarai da solo. Con te ci saranno Marco, Nicolò, Elia, Camilla. E tutti noi da qui“. La comunità di San Benigno si è stretta oggi pomeriggio attorno alla famiglia di Samuele Gribaudo, 14 anni, una delle cinque vittime del tragico incidente di Castelmagno: una comunità ferita, che ha pianto nello stesso tremendo momento anche la scomparsa di Camilla Bessone, anch’essa giovanissima e residente nella frazione cuneese, salutata per l’ultima volta questa mattina nel Duomo di Cuneo.

Una folla, quella che ha partecipato al dolore della famiglia (il papà Dario, la mamma, i fratelli Mattia ed Anna) sul terreno verde del campo sportivo di San Benigno, dove è stato allestito il rito funebre, nei pressi della Chiesa Parrocchiale. Presenti i sindaci di Cuneo e Borgo San Dalmazzo, Federico Borgna e Gian Paolo Beretta, e tutte le autorità, ma anche una folta rappresentanza del Cuneo Volley: nella società biancoblu infatti Samuele aveva legato la sua vita e crescita sportiva, giocando quello sport, la pallavolo, che rappresentava una delle sue passioni, insieme alla montagna ed alla musica occitana.

Avrebbe dovuto esibirsi proprio domani, Ferragosto, a Pradleves per Occit’Amo, festival sospeso in segno di lutto. Ad avvolgere il feretro, la tradizionale bandiera occitana. Un addio, dato simbolicamente da amici, compagni di squadra e tutti i compaesani, lasciando librare in aria palloncini colorati, liberati in cielo al termine della funzione. La salma di Samuele, accompagnata con commozione da due ali di folla all’uscita dal campo, riposerà nel cimitero locale.

Una giornata, quella di oggi, di immenso cordoglio per tutta la Granda, che ha dato l’addio a Camilla, Samuele e, sempre nel pomeriggio, nella Cattedrale di Fossano, Nicolò ed Elia Martini, in attesa di poter porgere l’estremo saluto a Marco Appendino, dopo i risultati dell’autopsia.