Corsa in montagna: Atletica Saluzzo in grande spolvero nella “prima” a Malonno

0
203

Nell’era post-Covid, ogni passo verso la normalità è un atto importante e il Mountain Running ha deciso di ripartire questo week-end proprio da uno dei suoi a centri più rappresentativi, Malonno, il paese della corsa in montagna.

L’appuntamento era uno di quelli importanti perché oltre al tradizionale vertical e trail, quest’anno era stato designato anche come luogo per i campionati italiani di corsa in montagna a staffetta per le categorie giovanili.

A tenere in alto i colori del marchesato sono stati gli atleti dell’Atletica Saluzzo che ben ha figurato in entrambe le giornate e tra cui spiccano due importanti risultati dei due portacolori di punta Beccaria e Rostan.

Il fine settimana parte da sabato mattina quando è di scena il Piz Tri Vertikal, prova di sola salita con 1000 m di dislivello, che vede una grande prestazione di Andrea Rostan giunto al 6˚ posto assoluto. Ottime prove anche per i due compagni di squadra Nicholas Bouchard, 36˚ assoluto e 24˚ senior e Marco Laratore 82˚ assoluto e 22˚ tra i master.

Nel pomeriggio l’attenzione è invece per i giovani dove nella categoria ragazzi, in cui si correva individualmente, vede uno splendido 6˚ posto per Lorenzo Laratore; tra i cadetti invece la coppia Francesco Mazza-Emanuele Otta otteneva un bell’11˚ posto in cui il primo si faceva notare con una prova che risultava la 4˚ più veloce nel computo totale.

La domenica mattina l’interesse non solo degli appassionati, ma di tutta la comunità malonnese era rivolta per il Fletta Trail, competizione che si snodava per 21,1 km per 1100m di dislivello e che quest’anno raggiungeva la 57˚ edizione.

A difendere colori saluzzesi un quintetto di atleti, con l’attenzione rivolta soprattutto alla Beccaria attesa protagonista tra le donne. Proprio la bovesana non tradiva le aspettative e otteneva il risultato più importante del fin settimana andando a conquistare uno emozionante 2˚ posto, esito ottenuto in rimonta a poco dalla conclusione del percorso.

Molta buone anche le prove dei compagni di club con Rostan e Bouchard nuovamente in gara e rispettivamente 17˚ e 40˚ al traguardo, nel mezzo anche Marchisio 32˚, mentre a chiudere Griglio otteneva una 73˚piazza finale.