Saluzzo: Il Palazzo di Giustizia è nelle mani dell’amministrazione comunale (VIDEO E FOTO)

0
291

Finalmente, il Palazzo di Giustizia di Saluzzo giunge nelle mani dell’amministrazione comunale.

Così dopo sei anni di sforzi, l’impegno messo in atto dall’amministrazione saluzzese viene ripagato, il tutto grazie al costante aiuto dell’Onorevole Pd Chiara Gribaudo, e del sottosegretario alla giustizia Andrea Giorgis.

Grazie al contributo messo in atto dal Decreto Rilancio e ad una predisposizione di legge, l’ex tribunale si svincola dai legami precedenti ed entra a fare parte del patrimonio di Saluzzo.

E’ un momento molto importante e i saluzzesi lo sanno, perché cerchiamo di perseguire l’obiettivo da più di 5 anni – dice il sindaco Mauro Calderoni – è senza dubbio una vicenda complessa e travagliata. Con l’ epidemia in corso servono necessariamente spazi per poter riorganizzare alcuni servizi pubblici importanti, come ad esempio l’organizzazione scolastica che richiede maggior impegno, per far si che l’anno scolastico riparta nel migliore dei modi e nel pieno rispetto delle normative.

Io credo che una volta superato il momento si potrà poi guardare assieme ad un nuovo uso definitivo, per lo stabilimento, e ridisegnare una parte importante. Credo che l’amministrazione sarà richiamata a fare uno sforzo straordinario per progettare un futuro architettonico importante. Voglio ringraziare Chiara Gribaudo che è riuscita a tenere il rapporto tra l’amministrazione territoriale e quella centrale in maniera decisa e convinta. Grazie al sottosegretario Giorgis che è riuscito ad ottenere questo risultato per noi importantissimo“.

Anche la parlamentare Chiara Gribaudo ci tiene a fare presente la riuscita dell’obiettivo, passato dalla Camera all’approvazione del Senato, pubblicato poi in Gazzetta ufficiale il 18 luglio, punto fondamentale per capire ed apprezzare la velocità di lavorazione della pratica, giunta con un risultato ufficiale oggi, lunedì 3 agosto.

Come fatto presente dal Sottosegretario alla giustizia Andrea Giorgis, questo atto è stato e sarà fondamentale non solamente per Saluzzo, bene anche per altre numerose amministrazioni comunali, le quali hanno fatto istanza, per il recupero e strutture totalmente o parzialmente inutilizzate.

Arrivano poi i complimenti anche dall’opposizione, che si congratula per il risultato, ringraziando le istituzioni presenti, e muovendo alcune perplessità per il probabile utilizzo scolastico che questo edificio potrebbe avere, domande a cui il sindaco Calderoni chiede di poter differire in maniera da poter, almeno nella giornata di oggi, godere a pieno di un risultato importantissimo.

Il sottosegretario Giorgis specifica che il successo è stato ottenuto grazie ad una modifica legislativa: ” Come ministero di Giustizia, abbiamo risposto all’istanza mossa dal comune di Saluzzo, e sulla base di una disposizione di legge si è stabilito che la struttura adibita in passato ai fini giuridici, non essendo più utile totalmente ai fini della giustizia, possa ritornare nelle mani dell’amministrazione comunale“.

Ricordiamo che parte di tale struttura è tutt’ora usata dai giudici di Pace ed il presidente del Palazzo di Giustizia, Paolo Demarchi, conferma la piena disponibilità alla cooperazione onde alleggerire il peso che gli archivi apportano alle aule presenti.