Mondovì pronta ad ospitare la 52esima Mostra dell’Artigianato Artistico (LEGGI TUTTI I DETTAGLI)

Prosegue il sodalizio con la Libera Accademia d’Arte Novalia di Alba. Sarà infatti dell’allieva Greta Giraudo il piatto 2020, dedicato a Jean Francois Torelli: «Il classico piatto della Mostra quest’anno sarà dedicato ad un amico - conclude Germone - giovane ed appassionato volontario ‘Amico di Piazza’ da sempre e per sempre. Ciao Jean Francois, ci manchi, ci mancherai».

0
358

Il salotto barocco del quartiere ‘alto’ del capoluogo del Monregalese si prepara ad accogliere l’evento clou dell’estate: dal 13 al 17 agosto 2020, infatti, Mondovì Piazza ospiterà la 52esima edizione della Mostra dell’Artigianato Artistico. Il direttivo dell’Associazione “La Funicolare” rinnova l’invito per una manifestazione ormai simbolo dell’intero territorio, capace di catalizzare l’attenzione dei media e dei numerosi turisti presenti nelle vallate cuneesi per le classiche ferie d’agosto.

«L’edizione 2020 rappresenta in qualche modo la voglia di rinascita del Monregalese – dichiara Mattia Germone, presidente de “La Funicolare” -, un desiderio fortemente condiviso con la Città di Mondovì e gli amici di ‘Circondata’, ‘Illustrada’, Bocce Quadre e di tutte le associazioni del territorio che si sono unite a noi per garantire un programma culturale di tutto rispetto. Il comune desiderio di ripartire ha dato vita ad una sinergia tra eventi e organizzatori che potrà di certo stupire e affascinare i visitatori».

Grazie ai contributi del Comune di Mondovì, della Fondazione CRC, della Fondazione CRT, della Confartigianato Cuneo e della Camera di Commercio di Cuneo la Mostra verrà regolarmente organizzata, quest’anno nel rispetto delle normative anti Covid19.

Al centro della Mostra, come sempre, artigiani ed artisti provenienti da tutta Italia, pronti a stupire con le loro creazioni e le loro avvincenti storie. Ben oltre la metà degli espositori proviene da località al di fuori della nostra provincia: un’offerta diversificata che si affianca e completa quella proposta dalle eccellenze artigiane del nostro territorio. Un vero e proprio percorso alla scoperta di opere peculiari e fortemente innovative, un circuito ad anello di sola andata, in tutta sicurezza che partirà in via Francesco Gallo verso i magnifici giardini del Belvedere per ritornare in via Francesco Gallo attraverso via Vitozzi. Un affascinante allestimento a terra guiderà i partecipanti alla visita degli artigiani e delle tante iniziative collaterali che verranno annunciate di volta in volta grazie alla filodiffusione e grazie ai punti info allestiti nei punti strategici del percorso.

Tante le Mostre nella Mostra organizzate nei palazzi storici di Mondovì Piazza. Dalla collaborazione con “Illustrada – libri per ragazzi scritti e disegnati” nasce la mostra allestita nei meravigliosi locali dell’ex Tribunale di Mondovì. Negli austeri saloni dell’atrio, troveranno collocazione le illustrazioni di Veronica Ruffato, tratte dall’albo Il Soldatino, scritto da Cristina Bellemo e Veronica Ruffato (Zoolibri edizioni). Nell’occasione sono anche previste, a orari prestabiliti, le visite guidate al coro ligneo della sala udienze. Gli Spigolatori allestiranno nei locali della Società Studi Storici la mostra antologica di Teresita Terreno “Soffusi Splendori – La segreta bellezza delle cose”.

A Palazzo di Città “Ceramiche sospese”, collettiva con opere di Gianmario Vigna, Tiziana e Gioele Perano. In Piazza Maggiore “Campane in Piazza” a cura dell’ECAT orologi e campane di Mondovì. Al Museo della Ceramica personale di Manuela Incorvaia “Ho la testa tra le nuvole – la ripartenza delle donne nel vento a Mondovì”. Nella Sala Pugnani dell’Academia “Ensamble – affinità elettive” di Angela Cosenza, Max Solinas, Claudia de Fausti, Luca Mommarelli e Giacomo Martucci Ventura: un equipe di artisti provenienti da varie località del centro Italia. In sala Ghislieri “Surreale e normalità” di Marco Nasi e Marco Galliero a cura de La Meridiana Tempo. Un laboratorio pratico artistico sartoriale a cura di Colomba Ferraris e Lidia Maffiodo, visite guidate a Mondovì Piazza in notturna, la collaborazione con ITUR e Monregaltour per Infinitum, le presentazioni di libri in Sala Ghislieri: ecco alcune tra le tante novità della MAA 2020 di cui vi daremo dettaglio nel prossimo comunicato.

In piazza Maggiore, invece, gli spettacoli serali della terza edizione di “Circondata”, firmati dall’associazione L’Albero del Macramè. Si partirà giovedì 13 agosto, alle ore 17.30, quando apparirà Madame Flute, un’affascinante dama su rotelle con il suo sontuoso abito intarsiato di calici di bollicine, per una strabiliante inaugurazione del Festival e della #Maa2020. A seguire, dalle ore 21.30, andranno in scena i giovani artisti della nuova compagnia Sciame che presenteranno “Gocce di Miele”: delle performance soliste dal loro nuovo spettacolo Miomiele.

Venerdì 14 agosto, ore 21.30, sarà la volta di Circo Bipolär con lo spettacolo “Cabaret Bipolar”. Un’elegante acrobata e un eccentrico giocoliere vi stupiranno e lasceranno senza fiato! La compagnia Circo Bipolär nasce nel 2013 dall’unione di due artisti, Costanza e Shay. Costanza è prima di tutto un’acrobata aerea, ha partecipato al XXIX Golden Circus Festival di Liana Orfei (Roma) nel 2012 con il Duo Aves, vincendo il premio internazionale CircUp per giovani artisti circensi. Attualmente è insegnante di discipline aeree alla Scuola Nazionale di Circo (Roma, Italia).

Nella serata di Ferragosto, sabato 15 agosto alle ore 21.30, la Compagnia Magdaclan di circo contemporaneo presenta “Sic Transit”. MagdaClan ha all’attivo 4 grandi produzioni, numerosi cabaret, performance site-specific, spettacoli di strada e spettacoli di compagnie satelliti.

Domenica 16 agosto, invece, la ribalta sarà tutta per l’ottavo Campionato Italiano di Bocce Quadre, organizzato dall’associazione Bocce Quadre di Mondovì. Un’intera giornata di sfide alla ricerca dei campioni tricolori di una specialità che unisce agonismo e folclore: premiazione a partire dalle ore 22.30.

Prosegue il sodalizio con la Libera Accademia d’Arte Novalia di Alba. Sarà infatti dell’allieva Greta Giraudo il piatto 2020, dedicato a Jean Francois Torelli: «Il classico piatto della Mostra quest’anno sarà dedicato ad un amico – conclude Germone – giovane ed appassionato volontario ‘Amico di Piazza’ da sempre e per sempre. Ciao Jean Francois, ci manchi, ci mancherai».