Prima Categoria: Bisalta, che colpo! Preso Capitao

Il centrocampista arriva dopo l'esperienza in Sicilia con il Giarre, con cui ha vinto la Coppa Italia di Eccellenza

0
470

A conclusione di un mercato importante, per il Bisalta giunge la classica ciliegina sulla torta. Il ds Turco e il dt Dho erano alla ricerca di un giocatore di spessore in mezzo al campo che potesse fungere da punto di riferimento per l’intera squadra nei momenti difficili, facendo da “chioccia”, insieme agli altri “vecchi” come capitan Sacco, ai tantissimi giovani in rosa (l’età media del roaster messo a disposizione di Mister Santini e Roberi è inferiore ai 22 anni).

Questo giocatore è Capitao Rigoberto centrocampista classe 1993 con un curriculum importante alle spalle: Rigoberto muove i primi passi da calciatore nel Cuneo 1905 fino agli Allievi,poi il passaggio al Catanzaro dove gioca negli Allievi e nella Berretti nazionale, in seguito al fallimento della società Capitao torna a Cuneo, per 6 mesi veste già la maglia del Bisalta contribuendo in maniera significativa alla salvezza della squadra di Tiziano Bindi in Prima Categoria. L’anno successivo passa al Cherasco, poi Busca. Dopo le parentesi in Svizzera con il Concordia e lausanne Sport, entrambe squadre di Serie C locale, il ritorno in Piemonte al Gassino prima e all’Olmo poi, dove gioca per due stagioni arrivando anche ai play off e laureandosi anche miglior centrocampista agli Idea Award 2018.
L’anno scorso il passaggio al Giarre, in Sicilia, dove ha vinto la Coppa Italia di Eccellenza.

Ora la scelta di sposare l’ambizioso progetto del Bisalta, che mira in pochi anni ad affermarsi a livello di prima squadra, ma con un occhio molto attento al suo settore giovanile che sta crescendo di anno in anno.