Seconda Categoria: Salsasio e il progetto d’integrazione con richiedenti asilo

Quattro i nuovi calciatori: Yakuba e Abass dell'associazione interculturale Karmadonne di Carmagnola e Famara e Siaka che sono invece seguiti dall'associazione Tra Me di Carignano

0
659
Da sinistra: Jassey Famara attaccante, Siaka Kone centrocampista, Mirai Christian portiere e Yakouba Kone difensore

Prontissima la rosa di calciatori che comporrà la prima squadra del Salsasio (Carmagnola) per la stagione sportiva alle porte. Matteo Zordan è stato confermato mister della prima squadra rossonera.

Simone Tuninetti è il nuovo direttore sportivo, mentre il vice presidente della società Francesco Desogus è il referente per la prima squadra nel direttivo. Vincenzo Parrello confermato magazziniere e Gianni Pisano anch’esso confermato dirigente del Salsasio.

Questi i giocatori che comporranno la rosa della prima squadra militante nel campionato di Seconda Categoria: Fabio Audisio, Manuel Bastiancig, Dario Bortone, Alessandro Cavallero, Patrick Di Furia, Simone Falconi, Christian Mirai, Antonio Orteca, Pasquale Mattia Ottobre, Mattia Penotti, Davide Pinna, Daniele Porreca, Azzedine Sahran, Emanuele Schiraldi, Andrea Tamburro, Denis Tribunella, Fabrizio Tuninetti e Cristian Villani.

Partito un progetto d’integrazione di alcuni ragazzi richiedenti asilo grazie alla nuova collaborazione del Salsasio con le associazioni Karmadonne e TraMe.

Grazie a questo importante progetto sociale sono arrivati a Salsasio quattro nuovi calciatori: Yakuba e Abass dell’associazione interculturale Karmadonne di Carmagnola e Famara e Siaka che sono invece seguiti dall’associazione Tra Me di Carignano.

Dall’amministrazione della società rossonera affiliata con il Genoa spiegano inoltre: “Auguriamo buon lavoro a tutti i ragazzi, i dirigenti, i collaboratori e ringraziamo le associazioni Karmadonne di Carmagnola e TraMe di Carignano per la disponibilità grazie alla quale è potuto partire il progetto di integrazione sportiva e sociale con i nostri nuovi quattro calciatori. Auguriamo anche buon lavoro al mister Matteo Zordan e al nuovo direttore sportivo Simone Tuninetti che fa un ritorno a casa”.