Nuove iniziative Gators per la fine dell’estate

"Crediamo che ogni occasione sia buona per crescere e migliorare, e il nostro compito, come dirigenti e come società, è quello di mettere tutti nelle condizioni per poterlo fare"

0
230

I mastri della Fabbrica del Duomo di Milano insegnano che non ci si può mai fermare: appena finito un lavoro è già tempo di iniziarne un altro. Così il cantiere va avanti e il Duomo continua a crescere.

Sembra che la stessa cosa succeda nella sede dei Gators: il loro camp “Sport d’Estate” non è ancora finito, che i bianco-verdi sono già alle prese con nuovi appuntamenti per la fine dell’estate.

“Sport di fine estate”, dopo il successo delle ultime settimane per il loro camp cittadino, accoglierà anche i bambini e bambine a partire dai 4 anni e proporrà ancora una volta la formula “multisport”, dedicata cioè non soltanto al basket, ma aperta anche ad altre discipline.  In seguito all’esperienza di Sport d’Estate, che ha insegnato quanto tutti sentissero il bisogno di stare con gli amici, c’è la voglia di offrire un altro spazio di divertimento e di sfogo prima che ricominci la scuola.

Il “Mountain Camp” di specializzazione ad Artesina, che tradizionalmente veniva organizzato a inizio luglio, è stato posticipato all’ultima settimana di agosto: sarà un camp aperto a giocatori provenienti da tutta Italia, creando una commistione e uno scambio di idee, esperienze e amicizie che restano, a volte, per tutta la vita.
Sarà l’occasione per tornare ad allenarsi con coach specializzati prima dell’inizio della stagione sportiva. Una sorta di ritiro pre-campionato tra le bellissime montagne piemontesi.

L’ultima grande novità per la fine dell’estate in casa Gators è il rinnovamento del corso di micro-basket, dedicato ai bambini di 4 e 5 anni, perché, come dicono gli Alligatori, “non è mai troppo presto”.
Il corso partirà a settembre sotto la nuova guida di Marco Nasari, già responsabile mini-basket della società bianco-verde, con un nuovo logo e un programma ben definito, per iniziare bambini e bambine al gioco e al fare attività fisica di squadra.

Non è solo una questione di numeri e quantità, ma come si evince dalle parole del vice-presidente Daniele Scotta, i Gators stanno guardando sempre più alla qualità e al miglioramento, non solo dei propri iscritti, ma anche della società stessa: “Il nostro percorso di crescita ha subito una brusca accelerazione un paio di stagioni fa. Non parlo solo dei numeri dei nostri iscritti, ma soprattutto della crescita professionale e umana degli allenatori che lavorano con noi: sappiamo quanto sia importante dare un’offerta sempre migliore, in termini qualitativi, ai ragazzi e ragazze che giocano con la nostra maglia e per questo supportiamo i nostri coach che vogliono partecipare a corsi di aggiornamento, allenamenti con allenatori più esperti e professionisti del settore. Sentiamo la responsabilità di dare un servizio all’altezza delle aspettative e non possiamo assolutamente pensare di accontentarci. Anche per questo la nostra offerta sportiva si sta allargando ben oltre i mesi “classici” della stagione sportiva: crediamo che ogni occasione sia buona per crescere e migliorare, e il nostro compito, come dirigenti e come società, è quello di mettere tutti nelle condizioni per poterlo fare”.