«Sapremo valorizzare lo stare insieme»

Il nuovo presidente del Rotary club “Cuneo Alpi del mare” si appresta a iniziare l’anno sociale con tanti progetti da realizzare

0
303

In rigorosa osservanza delle disposizioni anti Co­vid-19, il passaggio delle consegne tra il presidente uscente del Rotary “Cu­neo Alpi del mare” Giuseppe Malfi e il presidente per l’anno rotariano 2020-2021 Angelo Pel­legrino si è svolto sulla piattaforma Zoom. La riunione in mo­dalità telematica ha permesso la partecipazione del governatore uscente Ines Guatelli (del Rotary club di Portofino) e dei past governatori Pier Bor­di­ga (del Rotary club di Cu­neo) e Gian Michele Gancia (del Ro­tary club di Genova Sud-Ovest).
Dopo aver ringraziato il Di­ret­tivo e tutti i soci per il lavoro svolto, il presidente Malfi ha ri­cordato i numerosi “service”, realizzati anche grazie all’intervento del Distretto Rotary 2032 e alla collaborazione con gli altri club del Gruppo Mon­viso: i Rotary club di Cuneo, Mondovì e Saluzzo.
Il presidente Malfi si è quindi tol­to il collare da Presidente e l’ha simbolicamente passato ad Angelo Pellegrino, il quale ha tenuto il suo primo discorso presidenziale, nel corso del qua­le ha spiegato: «Sarà sicuramente un’esperienza impegnativa, ma emozionante, ma son certo che con l’aiuto di tutti (pur in questo periodo così complesso e problematico) po­tremo valorizzare il nostro sta­re insieme e concretizzare im­portanti service per la popolazione».
Dopo aver fornito qualche in­formazione di carattere generale sull’anno sociale 2020- 2021 il presidente ha illustrato la proposta di “service” distrettuale 2020-21, per cui si è richiesta la sovvenzione della Rotary foundation, condivisa con gli altri tre Presidenti del Gruppo Monviso (Luigi Sal­va­tico per il club di Cuneo, En­rico Restagno per il club Mon­dovì, Luigi Fassino per il club di Saluzzo) con la preziosa collaborazione dell’as­sistente del governatore Wil­liam Bri­gnone e del referente Rotary per le scuole, Salvatore Linguanti. Il progetto prevede la collaborazione con tutte le scuole dell’infanzia e scuole primarie del territorio di competenza dei 4 club per il rientro a scuola in piena sicurezza, puntando su contenimento del rischio di contagio e sul benessere socio emotivo di studenti e lavoratori della scuola.
«Gli obiettivi specifici del no­stro club per questo nuovo an­no sociale verranno invece pre­sentati nel corso della pri­ma riunione di settembre che tutti noi speriamo di poter effettuare in conviviale. Due però li vorrei  anticipare: il pri­mo riguarda la promozione dell’uso del casco in bicicletta nei bambini (troppo spesso vediamo dei bimbi sulla bicicletta del genitore senza alcuna protezione); il secondo è sullo scambio giovani (il Ro­tary international ci ricorda che da gennaio 2021 si potrà ripartire), con un ospite straniero del nostro Club nel periodo gennaio-giugno dell’anno prossimo».