Fossano: dopo il tutto esaurito dei Magasin du Cafè, Musica d’Estate continua con i Lou Tapage

0
172
Foto Enzo Fornione

È iniziata con un sold-out la rassegna “Musica d’Estate” organizzata dalla Fondazione Fossano Musica in collaborazione con il Comune di Fossano e il sostegno di Fondazione CRF, Fondazione CRC e Fondazione CRT. Il concerto dei Magasin du Cafè, infatti, lo scorso venerdì 10 luglio è stato un successo, nonostante la pioggia che ha rallentato le procedure di accesso a piazza Castello, ripresentandosi a tratti durante l’esibizione.

Il pubblico fossanese, però, ha accettato di buon grado il maltempo aprendo gli ombrelli e proseguendo nell’ascolto del primo spettacolo di musica dal vivo nella città degli Acaja dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Ora è tutto pronto per il secondo appuntamento, venerdì 17 luglio alle ore 21, con i Lou Tapage con un concerto interamente dedicato all’indimenticato Fabrizio De Andrè.

“Il primo appuntamento, con i Magasin du Cafè è stato un successo- spiega il direttore della FFM Gianpiero Brignone – Il pubblico fossanese ha dimostrato sia di aver voglia di ascoltare buona musica, sia di rispettare le disposizioni di sicurezza. Grazie all’attività delle associazioni di Volontariato Operativo che ci hanno dato una grande mano nel gestire il
corretto accesso alla piazza, è stato possibile soddisfare il pubblico e consentire ai gruppi di esibirsi”.

Quello di venerdì 17 è lo spettacolo che il gruppo Lou Tapage dedica a Fabrizio De André nel ventunesimo anniversario della morte, avvenuta l’11 gennaio del 1999. Lo stesso anno in cui nasceva la band musicale folk rock saluzzese che salirà sul palco per raccontare il cantautore genovese. Da 18 anni portano la musica popolare di Francia e Piemonte in giro per l’Europa. Nel 2009 pubblicano la riscrittura in lingua occitana di “Storia di un impiegato” e nel 2014 partecipano al festival “Risonando De Andrè” dove Dori Ghezzi e il direttore Artistico Pier Micheletti (bassista di De Andrè) consegnano al gruppo cuneese il Primo Premio.

Non è un semplice concerto, ma un incontro con l’autore e il mondo nascosto dietro i testi e i personaggi delle sue canzoni.

LA TRADIZIONE POPOLARE
A chi conosce la formazione composta da Sergio Pozzi (voce, chitarra acustica), Chiara Cesano (violino), Dario Littera (chitarra elettrica), Marco Barbero (cornamusa, flauto, mandolino), Nicolò Cavallo (basso) e Daniele Caraglio (batteria), non sfuggono i punti di contatto tra la vis poetica del cantautore ligure e le scelte musicali del gruppo. L’attenzione alla tradizione popolare, che ha portato De André ad utilizzare più volte la parlata dialettale nelle sue canzoni, si ritrova negli album prodotti da Lou Tapage. Il gruppo, che per questa dedizione ha adottato come nome la parola che in un occitano significa «frastuono», non canta solo in lingua d’Oc: nei testi ci sono il provenzale, il francese e il catalano, oltre che l’italiano, e uno dei loro dischi raccoglie proprio le canzoni di De André in versione occitana.

Molte delle venti canzoni eseguite da Lou Tapage saranno introdotte da estratti delle interviste a De André proiettati in sala. Fra le scelte operate dal gruppo, brani nell’arrangiamento originale, altri riproposti nella versione «live» dei concerti con la Pfm e alcuni riarrangiati completamente. Per garantire l’accesso in sicurezza alla piazza è indispensabile prenotare anticipatamente online il propri posti a sedere, fornendo i dati richiesti previsti dalla normativa, all’indirizzo https://www.imbaravalle.it/masterclass/iscrizione/106 o rivolgendosi direttamente alla segreteria della FFM in via Bava San Paolo 48 a Fossano (0172/60113).

c.s.