Basket: Olimpo Alba, Luca Jacomuzzi sarà ancora l’allenatore

La società ha annunciato la conferma del coach, che siederà sulla panchina albese per la nona stagione

0
166

L’Olimpo Basket Alba ha annunciato ufficialmente la permanenza di coach Luca Jacomuzzi sulla propria panchina. Il tecnico, ormai una vera e propria istituzione per il club albese, allenerà la prima squadra per la nona stagione. Era infatti approdato in terra langarola nel 2012-13, anno in cui era stata centrata la vittoria della C2 e la conseguente promozione in C1 (DNC). Poi, dopo altre due stagioni culminate col primo posto in stagione regolare nel 2014-15 in DNC, il passaggio alla PMS, prima di tornare ad Alba nel 2016-17 per festeggiare ancora un salto di categoria, questa volta in Serie B. Dopo la salvezza (2017-18), ha raggiunto i playoff del 2018-19. Dopo quest’ultima inconclusa stagione, prosegue il rapporto tra Luca Jacomuzzi e l’Olimpo Basket Alba.

“Sono fiero di avere rinnovato e sono felice di poter restare in un ambiente che mi piace e che mi permette di lavorare bene – ha commentato Jacomuzzi -. Mi piace vedere questo progetto di Alba come quello dei college americani, dove un allenatore rimane dieci/quindici anni per cicli lunghi e crea un legame da un lato con i giocatori e dall’altro con il pubblico ed il territorio. Questa sensazione la sento molto viva dentro di me”. Dalla panchina dunque l’Olimpo Basket costruisce il suo nuovo futuro, in cui non mancheranno novità, anche perché ci sono state e ci saranno partenze importanti: “Le partenze sono pesanti e non saranno coperte da nuovi giocatori senior. Cerchiamo di costruire una squadra ancora più giovane, con l’intento di confermare parte dell’ossatura, ma inserire anche alcuni ragazzi del nostro vivaio. Ci sarà dunque un’anima con più albesità, ma soprattutto sarà una squadra con una forte impronta piemontese. L’idea è comunque quella di avere pochi senior e tanti under. Quindi forse pagheremo un po’ di inesperienza all’inizio, ma cercheremo di crescere e farci trovare sempre più pronti, partita dopo partita”.