Pasta con ricotta al profumo di lavanda

0
112

I fiori di lavanda, freschi o secchi, sono commestibili, ma hanno un aroma molto intenso e vanno dunque dosati con attenzione nelle ricette. Le foglie, anch’esse eduli, sono invece più delicate. Un trucco per smorzarne l’aroma è lasciare i fiori brevemente in infusione nel latte tiepido.

Ingredienti: 150 g di spaghetti | 200 g di ricotta mista | 1 mezza noce di burro | sale e pepe q.b. | semi di lavanda q.b.

Preparazione: 1. Mettere sul fuoco la pentola per cuocere la pasta. Salare l’acqua. Usare un po’ di acqua di cottura per diluire la ricotta, e trasformarla in una deliziosa crema morbida.
2. Mettere a cuocere gli spaghetti e non appena l’acqua prende il bollore, girare affinchè non si incollino.
3. In una ciotola di vetro mettere la ricotta e il burro, aggiungere un mestolo di acqua di cottura, e far sciogliere il burro, quindi girare la ricotta col burro fino ad ottenere una crema. Appena la pasta sarà cotta al dente, scolare e condirla con la crema di ricotta. Aggiungere a questo punto anche una spolverata di pepe nero, qualche fiore di lavanda e servire.

La seconda ricetta sono i tortelli alla lavanda e nocciole tritate.

Ingredienti: per la pasta all’uovo: 100 g di farina bianca “00” | un uovo | un pizzico di sale.
Per il ripieno: 2 papate medie | 80 g di fontina | 50 gi di parmigiani grattugiato | latte q.b.
Condimento: una noce di burro | una manciata di semi di lavanda essiccata | nocciole Igp del Piemonte tritate finemente.

Preparazione: mettere a bollire le patate e nel frattempo fare la pasta all’uovo, mescolando la farina, l’uovo e il pizzico di sale, quindi lasciar riposare in frigo per circa mezz’ora. Quando le patate saranno pronte, mezz’oretta circa, schiacciarle con lo schiacciapatate come se si volesse fare il purè. Mettere dunque la purea ottenuta in una ciotola a cui aggiungere la fontina e il Parmigiano grattugiati.
Amalgamare bene il tutto con le mani e se l’impasto risulta essere troppo duro aggiungere un po’ di latte e tenere da parte.
Stendere la pasta all’uovo in due sfoglie sottili e uguali. Sulla prima sistemare dei mucchietti di ripieno di patate a distanza regolare, coprire con la seconda sfoglia, premere con le dita intorno al ripieno e tagliare i tortelli con il tagliapasta, procedendo così fino a consumare tutta la pasta.
In una padella mettere il burro e i semini di lavanda. Far sciogliere il burro a bagnomaria (basta mettere la padella sopra la pentola dove si faranno cuocere i tortelli) in modo che si insaporiscano bene dei semini di lavanda. Far cuocere i tortelli in acqua bollente per non più di 3/4 minuti, scolarli e farli saltare nella padella contenente il burro alla lavanda.
Servire caldi spolverandoli prima con la granella di nocciole!