Verzuolo: approvato il rendiconto di gestione 2019

0
72

Un ente che funziona bene e che dimostra ancora una volta di avere un ruolo centrale quale erogatore di servizi e prima interfaccia dello Stato per i cittadini. È quanto emerge dal Rendiconto di Gestione 2019 approvato dall’ultimo Consiglio comunale di Verzuolo e con parere positivo del Revisore dei Conti. Guarda a quanto realizzato durante le due amministrazioni Panero, la prima fino a fine maggio 2019, la seconda da giugno 2019 a fine 2019 (quindi 5 mesi del 2019, precedente Amministrazione Panero, e 7 mesi del 2019, nuova Amministrazione Panero).

Seppure in condizioni di difficoltà per la gestione di norme imposte dallo Stato e per la storica situazione che caratterizza dal 2006 i bilanci di Verzuolo l’Amministrazione comunale è riuscita a fare investimenti, migliorare l’ambiente e dare una risposta alla crisi occupazionale. Rapidi i provvedimenti di prevenzione presi per contrastare la diffusione del Coronavirus: salvo poche situazioni, infatti, Verzuolo ha superato bene la fase critica; a fine luglio si renderanno necessarie, con l’assestamento di bilancio, altre scelte ed azioni che guardino all’avvenire, alla tutela dei cittadini, del reddito, del lavoro e delle imprese.

Tra gli elementi del Rendiconto da sottolineare la tempestività dei pagamenti degli uffici comunali di Verzuolo a beneficio delle imprese, il buon recupero dell’evasione dei tributi, i numerosi controlli su strada (37mila euro di sanzioni al Codice Stradale), l’aumento delle spese per il sociale a favore del Consorzio Monviso Solidale (+ 13mila euro rispetto al 2017 per un totale di 209mila 115 euro e interventi per 535 mila euro). Ottimo anche la situazione relativa all’indebitamento che scende da 1 milione e 200mila euro del 2014 a 410mila euro del 2019, sollevando di un problema pesante i futuri amministratori. Corrispondono invece a 1 milione 124mila euro le opere pubbliche in cantiere, decise nel secondo mandato Panero; solo a titolo di esempio il ponte del Borgo antico della villa e il marciapiede verso il cimitero di Falicetto.

c.s.