Alto contrasto | Aumenta dimensione carattere | Leggi il testo dell'articolo
Home Articoli Rivista Idea Marco Costamagna guida Federlavaggi

Marco Costamagna guida Federlavaggi

L’imprenditore di Cherasco è stato eletto presidente dell’unione, lavorando da subito per mettere a punto un protocollo dedicato

0
489

Il Consiglio direttivo di Federlavaggi-Federa­zio­ne imprese lavaggio autotrazione si è riunito per l’elezione del nuovo Presidente e del suo Vicepre­sidente per il biennio 2020-2021. Così come si augurava il presidente uscente Gianluca Meschi e la maggior parte dei soci della federazione, la scelta e la nomina del nuovo Pre­sidente è ricaduta su un giovane imprenditore che fino a ora non aveva ancora ricoperto ruoli di direzione e controllo all’interno dell’organizzazione. Infatti, è stato eletto all’unanimità l’ingegner Marco Co­sta­magna, amministratore de­legato della Mtm Hydro srl di Cherasco mentre come vicepresidente è stato eletto il geometra Carlo Gavotto della Mix srl di Occimiano (Alessandria).

Questi i primi commenti del nuovo presidente Costamagna: «Come prima cosa voglio ringraziare il presidente uscente Gianluca Meschi e tutto il consiglio direttivo per la fiducia che hanno riposto nella mia candidatura. Questa nomina coincide purtroppo con un momento storico negativo (l’e­mergenza Covid 19) che sta colpendo negativamente l’economia mondiale, nazionale e di conseguenza il nostro settore.

A livello di Federlavaggi dobbiamo assolutamente condividere un percorso per trovare, suggerire e mettere in atto azioni al fine di favorire la ripresa economica del settore nel momento stesso in cui ci sarà la seppur graduale ripartenza. I nostri clienti finali ovvero i gestori degli impianti e dei macchinari da noi costruiti stanno svolgendo e svolgeranno un ruolo fondamentale per combattere il virus ovvero la sanificazione e il continuo lavaggio dei mezzi di trasporto. Durante la fase 1 quest’operazione ha riguardato i servizi essenziali ma dalla fase 2 in poi ha coinvolto tutto il parco circolante e pertanto è fondamentale che la nostra associazione insieme alle altre del settore si pongano come interlocutori e coordinatori nazionali del comparto al fine di tutelare gli interessi di questo importante settore per la nostra economia».

«Non appena nominato», prosegue l’imprenditore cheraschese, «ho subito convocato un Consiglio direttivo che, oltre alla presentazione del programma 2020-21 redatto insieme al Vicepresidente, ha condiviso le azioni da intraprendere im­me­diatamente. Fra queste la più importante è stata la messa a punto di un protocollo dedicato al settore autolavaggi, siano essi automatici o self-service. Per far ciò ci siamo avvalsi della consulenza di esperti in materia di sicurezza e salute dei luoghi di lavoro e dei lavoratori e degli utilizzatori.

Concludo rivolgendo un ringraziamento sincero a tutti gli operatori che, mettendo in gioco la propria salute, hanno continuato a ga­rantire l’apertura degli impianti al fine di garantire la sanificazione dei mezzi di soccorso, di pubblica utilità e di trasporto. Purtroppo, in alcuni casi le diverse interpretazioni date dai Prefetti delle diverse Regioni italiane, hanno creato confusione fino ad arrivare a sanzioni ingiuste, ma tutto è stato chiarito, riconoscendo l’attività dell’autolavaggio come essenziale».

Il vicepresidente Carlo Gavotto commenta: «Da socio fondatore della Federlavaggi sono molto contento di ricoprire la carica a me assegnata che sarà di supporto all’amico Marco Costamagna con il quale condividiamo la voglia di rinnovamento, di innovazione e soprattutto una grande passione per il lavoro e di conseguenza per il bene del settore».

BaNNER
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial