Aperture piscine: Cuneo aspetta ancora, ripartirà domenica con quella estiva

Luca Albonico, presidente del Csr, società che gestisce l'impianto: "Vogliamo analizzare bene le linee guida prima di ripartire"

0
261

Da oggi, lunedì 25 maggio, le piscine hanno potuto riaprire. A Cuneo, come in gran e del Piemonte, l’impianto di via Porta Mondovì è però rimasto ancora chiuso. Riaprirà domenica 31 maggio la piscina scoperta, mentre per il momento quella coperta resterà chiusa. A spiegare la scelta è Luca Albonico, presidente del Centro Sportivo del Roero, società che gestisce, oltre a quella di Cuneo, le piscine di Alba, Savigliano, Sommariva Perno e Asti:“Abbiamo preferito prenderci un po’ di tempo in più per leggere attentamente e valutare le linee guida, che sono arrivate venerdì. Trattandosi di un argomento molto delicato e serio, abbiamo deciso di aspettare ancora”.

Dunque, si partirà domenica con la piscina aperta, ma nel rispetto delle misure di contenimento del virus: “Vogliamo prima renderci conto della situazione, poi vedremo se ci saranno le condizioni di aprire anche la parte coperta. Ci sarà una contingentazione dei numeri, non potranno entrare le stesse persone che ci sono solitamente, soprattutto la domenica, per questo stiamo pensando alla possibilità di fare due turni. Controlleremo gli ingressi e il distanziamento di un metro e mezzo dei lettini, che verranno igienizzati una volta al giorno e ad ogni cambio. Speriamo anche nella collaborazione e nel buonsenso della gente, perché per noi sarà difficile controllare tutto”.

Per quanto riguarda gli spogliatoi, a Cuneo è stato meno complicato che altrove adattarli alle nuove disposizioni, considerando che sono molto ampi.