Viaggi virtuali nel territorio del Marchesato, da casa propria con la Delegazione FAI Saluzzo

L’iniziativa comprende viaggi per immagini fotografiche “Intervallo” e visite guidate a siti, ambienti e paesaggi del territorio. Basta collegarsi alle pagine Facebook e Instagram della Delegazione

0
315
Marco Piccat, Capo Delegazione FAI Saluzzo, nel complesso Santa Maria Stella

Dal 25  aprile è “aperto”  virtualmente anche  il complesso Santa Maria della Stella a Saluzzo,  sito che fu  chiesa e monastero delle suore di clausura di Rifreddo, inaugurato nel dicembre scorso, dopo un  lungo  restauro a cura della Fondazione CrSaluzzo.

Chi non  ha potuto visitare  il bene lo potrà fare  accompagnato  nella  sua storia  e nel fascino straordinario  degli ambienti da Marco Piccat  e  Michele Scanavino.

E la terza  delle  escursioni  virtuali  che la Delegazione FAI Saluzzo propone  “in questo momento di confinamento obbligato,  in  luoghi  in parte aperti lo scorso anno e in parte nuovi, dove la bellezza dell’arte, la cultura e il sapere della gente,  ritrovano importi  radici –  spiega  Piccat Capo delegazione FAI Saluzzo.

L’iniziativa in attesa dello sblocco lockdown,  riempie il  vuoto  di #ItaliaMiManchi, conducendo  in percorsi fotografici “Intervallo 2020”  o in  escursioni virtuali alla scoperta di beni storici, ambienti, paesaggi del territorio del Marchesato.

Basta collegarsi  alla pagina Facebook  https://www.facebook.com/Delegazione-FAI-Saluzzo-1855136024702752/ e Instagram, https://instagram.com/delegazionefaisaluzzo?igshid=1nhmmglmzxjmn

Le visite sono state un successo nelle due modalità.  Sia per quanto riguarda gli “Intervalli “con le immagini  di vari fotoamatori,  selezionate e assemblate da Fabrizio Giordano,  che finora hanno fatto parlare fotograficamente la suggestione delle valli  Maira, Varaita e Po.

Sia per quanto riguarda le escursioni virtuali,  a cura del capo Delegazione Piccat e di  altri membri.

Domenica 19 aprile  nella parrocchiale di Elva e in Val Maira sono arrivate  ( virtualmente)  oltre 11  mila  persone.  Tanti “ingressi” anche nella cappella di San Ponzio a Castellar per la Gita di Pasquetta.

Domenica prossima, sarà il castello di Verzuolo ad alzare il ponte levatoio per portare nelle affascinanti sale ed ambienti  accompagnati da Roberta Eandi e Dario Alberto.

“Ora che l’emergenza sanitaria ha annullato  iniziative ed eventi, tra cui le Giornate FAI,  rinviate ad ottobre, la  bellezza dei  luoghi,  ci può mancare un po’ meno, potendola vedere da vicino, pur stando a casa – continua Piccat – in attesa di ritrovarci di nuovo realmente  dentro il fascino del nostro territorio”.

cs