Bra: è mancato Nino Operti, per tanti anni “figura storica” dell’Abet Laminati

Ugo Minini, marito dell'ex sindaco di Bra e oggi consigliere comunale Bruna Sibille, lo ha commemorato con un post su Facebook

0
398
Nino Operti (al centro, fra alcuni colleghi) durante la festa per i 50 anni dell'Abet Laminati

Grande lutto nel settore industriale braidese.

Nelle scorse ore si è spento Nino Operti: per tanti anni, “figura storica” dell’Abet Laminati S.p.A. (azienda cittadina, con sede in viale Industria ndr), molto apprezzato e stimato da colleghi e dipendenti.

Ugo Minini, marito dell’ex sindaco di Bra e oggi consigliere comunale Bruna Sibille, lo ha commemorato con un post su Facebook: “Il caro amico Nino Operti è mancato oggi (martedì 7 aprile ndr) dopo una travagliata malattia che, infine, ha avuto il sopravvento sulla sua forte fibra. Lo conoscevo da sempre come collaboratore onnipresente, preciso e affidabile di mio papà all’Abet. La nostra grande azienda di laminati plastici è stata, insieme alla splendida famiglia, tutta la sua vita. Credo che tanto lo abbia addolorato la scomparsa del ragioniere, come tutti chiamavano mio papà in azienda, quanto oggi mi addolora la sua partenza.

Negli ultimi anni ci eravamo frequentati un po’ di più di quando ero giovane. Nino mi ha fatto parte della ricca e variegata documentazione, sulla propria vita all’Abet. Una volta mi invitò a prendere quanto mi interessava di questa documentazione, con una frase in cui velatamente adombrava la brevità del futuro che scorgeva davanti a sè. Feci così, anche se per una reticenza sbagliata, forse, presi troppo poco. Quel poco lo conservo, adesso, come ricordo insieme suo e di mio papà Fabio.

Quando si cerca una foto, non si trova mai quella più giusta di cui, però, ti ricordi. Ho trovato questa. Nino è la persona al centro, fra alcuni colleghi durante la festa per i 50 anni dell’Abet Laminati, che credo oggi gli debba un immenso ringraziamento. Che la terra ti sia lieve, Nino“.

Il sig. Operti, all’età di 77 anni, ha lasciato la moglie Caterina, le figlie Antonella (con Silvano) ed Elisa (con Giuseppe), i nipoti Luca e Francesco. Fu socio fondatore e presidente dello Juventus Club Bra.

Condoglianze ai famigliari dalla redazione di Ideawebtv.