Prima sessione di laurea a distanza all’Università di Scienze Gastronomiche

Giovedì 12 marzo 2020 in collegamento da Pollenzo discutono la loro tesi 31 studenti da tutto il mondo per i corsi di Laurea Triennale e Magistrale

0
766

A Pollenzo giovedì 12 marzo si attiva la prima sessione di laurea in modalità telematica. Cancellato il tradizionale Graduation Day del 28 febbraio, l’ateneo di Pollenzo ha voluto dare una pronta risposta alla sua folta comunità internazionale di studenti.

Quindi, grazie alla piattaforma didattica Blackboard, già operativa da due anni per docenti e studenti ai fini della didattica interattiva, e dall’inizio dell’emergenza Covid-19 impiegata per le lezioni a distanza, viene utilizzata giovedì 12 marzo per la prima volta per la discussione delle tesi.

Nelle aule di Pollenzo sono presenti soltanto, nel rispetto delle misure precauzionali e restrittive dell’ultimo DPCM, i componenti delle commissioni di laurea.
A partire dalle 9, le commissioni si collegano con i relatori e controrelatori delle tesi e con gli studenti: progressivamente, quindi, si procede alla discussione.

I ragazzi che hanno scelto la modalità di discussione a distanza sono ben 31 e provengono da tutto il mondo.
Lo spirito internazionale di Pollenzo non si ferma, anzi, si rafforza, in attesa di tornare alla normale attività didattica della vivace comunità pollentina.

Ecco nell’ordine di discussione i laureandi e le loro tesi.

Laurea Triennale

Bianca Colombo, 22 anni da Torino, discute la tesi dal titolo: “Il vino naturale. Contributo allo studio di una possibile regolamentazione”, relatore il prof. Michele Antonio Fino.

Elena Costa, 23 anni da Moncalieri (TO), discute la tesi dal titolo: “I contesti del caporalato agricolo in Italia e il caso di Saluzzo: il lavoro stagionale e l’accoglienza” relatore il prof. Michele Antonio Fino.

Bianca Adelaide Fiori, 24 anni da San Francesco al Campo (TO), discute la tesi dal titolo: “Il marchio del non marchio”, relatore il prof. Franco Fassio.

Maria Giampaolo, 21 anni da Imperia, discute la tesi dal titolo: “Dall’aringa del Baltico all’acciuga del Mediterraneo, Un percorso storico e gastronomico”, relatrice la prof.ssa Antonella Campanini.

Chiara Graglia, 22 anni da San Carlo Canavese (TO), discute la tesi dal titolo: “Cucina Circolare: progettazione e sperimentazione di un Menù Circolare alle Tavole Accademiche”, relatore il prof. Franco Fassio.

Beatrice Guzzi, 27 anni da Merate (LC) discute la tesi dal titolo: “Ipotesi e sperimentazione di una nuova filiera per la valorizzazione dei residui della castagna: nasce la Carta Castagna”, relatore il prof. Franco Fassio.

Ottavia Pieretto, 23 anni da Vinovo (TO), discute la tesi dal titolo: “L’Educazione Alimentare come strumento contro la crisi climatica: sviluppo di un progetto formativo per sensibilizzare gli adolescenti e studio del ruolo chiave che le Comunità Slow Food possono svolgere nelle scuole superiori”, relatore il prof. Franco Fassio.

Niccolo Puls, 24 anni dalla Germania, discute la tesi dal titolo: “Creation of a Startup for regional food supply in Hamburg, Germany”, relatore il prof. Franco Fassio.

Margherita Rossi, 22 anni da Montevecchia (LC), discute la tesi dal titolo: “La mensa scolastica come opportunità di sviluppo sostenibile – il progetto Oltreterra”, relatore il prof. Franco Fassio.

Marco Salomoni, 23 anni da Bussolengo (VR), discute la tesi dal titolo: “ECONET: Una Rete, Molte Reti. Progetto per una nuova economia circolare”, relatore il prof. Franco Fassio.

Cheikhna Ahmed Tidiane Thiam, 34 anni dal Senegal, discute la tesi dal titolo: “Circular economy and conscious functional design thinking for food sovereignty and sustainability in Africa: The Dakar food lab and Begue Coco models”, relatore il prof. Franco Fassio.

Saar Persi Avrashi, 29 anni da Israele, discute la tesi dal titolo: “The relationship between climate change and coffee production in the department of Quindio in Colombia”, relatore il prof. Gabriele Volpato.

Giulia Blasutta, 23 anni da Colleretto Giacosa (TO), discute la tesi dal titolo: “Le donne nella gastronomia professionale. Divari di genere e presenza femminile nelle cucine stellate italiane”, relatrice la prof.ssa Maria Giovanna Onorati.

Irini Mateos Bruli, 22 anni da Italia/Bulgaria, discute la tesi dal titolo: “Compairing Greek And Bulgarian Yogurts: A Cross-Cultural Study On Consumers’ Perception And Preferences”, relatrice la prof.ssa Luisa Torri

Cecilia Calvi, 24 anni da Genova, discute la tesi dal titolo: “Educazione del gusto in età pediatrica dagli anni ’80 ad oggi”, relatrice la prof.ssa Gabriella Morini.

Alessia Colaianni, 22 anni da Treviso, discute la tesi dal titolo: “Analisi delle differenze individuali nella percezione e accettabilità sensoriale del Gorgonzola”, relatrice la prof.ssa Luisa Torri

Edmée Nicolis Di Robilant, 23 anni da Roma, discute la tesi dal titolo: “Mille miliardi di odori; la riscossa dell’olfatto nella gerarchia dei sensi”, relatrice la prof.ssa Luisa Torri.

Agnese Oliva, 24 anni da Torino, discute la tesi dal titolo: “Creatività ed educazione attraverso il cibo”, relatore il prof. Nicola Perullo.

Marianna Rolfo, 22 anni di Bardonecchia (TO), discute la tesi dal titolo: “La critica gastronomica e la sua crisi. La perdita di una specializzazione giornalistica nell’era digitale”, relatore il prof. Nicola Perullo.

Mia Schembs, 24 anni dalla Germania, discute la tesi dal titolo: “Factors influencing farmers to apply sustainable pest management in Cuneo and how to foster?” relatrice la prof.ssa Paola Migliorini.

Valentina Tortonese, 22 anni da Torino, discute la tesi dal titolo: “Degustazione immaginativo-emozionale: un nuovo approccio alla percezione del vino nel mondo di giovani gastronomi e inesperti”, relatore il prof. Nicola Perullo.

Ruth Von Strauss, 28 anni da Israele, discute la tesi dal titolo: “Changes in food perception among Millennials”, relatore il prof. Nicola Perullo.

Letizia Zucchelli, 24 anni da Rivarossa (TO), discute la tesi dal titolo: “Allevamento ovino in Islanda: criticità e opportunità “, relatore il prof. Gabriele Volpato.

Laurea MAGISTRALE

Federica Capaccioli, 26 anni da San Casciano in Val di Pesa (FI), discute la tesi dal titolo: “Gestione del patrimonio gastronomico e turistico. Aspetti economico-giuridici dell’impiego di marchi commerciali nella produzione vitivinicola. Il caso Casanova di Neri”, relatore il prof. Michele Antonio Fino.

Nicole Chapron, 25 anni da Desenzano del Garda (BS), discute la tesi dal titolo: “Analisi sull’evoluzione dell’attività ristorativa e il suo impatto sociale Il contesto italiano e il caso Cracco”, relatore il prof. Nicola Perullo.

Andrea Conrotto, 25 anni da Torino, discute la tesi dal titolo: “Analisi del mercato vitivinicolo cinese”, relatrice la prof.ssa Donatella Saccone.

Isabella Fazzi, 25 anni da Blera (VT), discute la tesi dal titolo: “Gli usi culinari e dietetici dell’olio d’oliva nel Medioevo”, relatrice la prof.ssa Antonella Campanini.

Alberto Montobbio, 25 anni da Genova, a discute la tesi dal titolo: “Verso un’economia circolare quotidiana: Circular Bar, conoscenza in circolo”, relatore il prof. Franco Fassio.

Viola Münch, 25 anni da Torino, discute la tesi dal titolo: “Spazi paralleli: il concept di ristorazione che unisce il cibo all’arte”, relatore il prof. Nicola Perullo.

Federico Patania, 24 anni da Ivrea (TO), discute la tesi dal titolo: “L’economia circolare in ambito vinicolo. Indagine sociologica sulla percezione di aziende e consumatori”, relatore il prof. Paolo Corvo.

Matteo Ranco, 24 anni da Casale Monferrato (AL), discute la tesi dal titolo: “L’evoluzione del modello distributivo ‘Three Tier System’ del settore vinicolo negli Stati Uniti: la start-up Longo&Since1961”, relatrice la prof.ssa Patrizia Gazzola.

Filippo Saletti, 27 anni da Castiglione della Pescaia (GR), discute la tesi dal titolo: “Gastronomia dell’estinzione”, relatore il prof. Gabriele Volpato.