Posticipato a inizio aprile lo spettacolo teatrale dei detenuti del carcere di Saluzzo

“Ulisse. Una storia sbagliata” si svolgerà il 3, 4 e 5 aprile. Ingresso a pagamento, con nuova prenotazione obbligatoria, entro domenica 15 marzo

0
251

A causa dell’allarme sanitario provocato dal “Coronavirus” e in ottemperanza alle misure contenitive dell’emergenza ancora in atto, la Direzione della Casa di Reclusione di Saluzzo “Rodolfo Morandi” ha ritenuto necessario bloccare l’ingresso dei civili all’interno del carcere. Pertanto, lo spettacolo “Ulisse”.

Una storia sbagliata” a cura dell’associazione di formazione e produzione teatrale Voci Erranti, inizialmente in programma nei giorni 6, 7 e 8 marzo è stato posticipato a venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 aprile, sempre alle ore 15 e in replica alle ore 17. Tutte le prenotazioni effettuate sono state pertanto annullate: per chi desidera partecipare allo spettacolo deve necessariamente effettuare una nuova prenotazione, entro domenica 15 marzo, scrivendo una mail a [email protected] o telefonando ai numeri 380/1758323 – 340/3732192 – 339/1015657. Il costo del biglietto intero è di 10 euro, studenti 8 euro, 5 euro per gli under 14.

Lo spettacolo rientra nel progetto “Per aspera ad astra – Come riconfigurare il carcere attraverso la cultura e la bellezza”, promosso da Acri (l’associazione delle Fondazioni di origine bancaria) e sostenuto da 11 Fondazioni di origine bancaria, tra cui la Fondazione CRC. Allo spettacolo teatrale hanno lavorato in questi mesi 30 detenuti: 20 saliranno sul palco come attori, 5 detenuti si occuperanno della parte audio/luci e altri 5 lavorano alla realizzazione della scenografia e dei costumi.

cs