Beinette: al via il progetto di valorizzazione “Terre d’Acqua” con alcuni studenti monregalesi

L'attività verrà svolta con alcuni studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Cigna Baruffi Garelli” di Mondovì per valorizzare, in ottica di sostenibilità ambientale e promozione turistica, l’acqua del territorio e le sue forme: canali, laghi e risorgive.

0
200
Foto Samuele Silva

Ieri, mercoledì 19 febbraio, il Comune di Beinette ha approvato all’unanimità “Terre d’Acqua”, un progetto educativo che coinvolgerà un gruppo di studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Cigna Baruffi Garelli” di Mondovì per valorizzare, in ottica di sostenibilità ambientale e promozione turistica, l’acqua del territorio e le sue forme: canali, laghi e risorgive.
Il progetto nasce da una collaborazione fra il Comune di Beinette, il Consorzio di irrigazione Canale Brobbio Pesio ed il Laboratorio Territoriale per L’Occupabilità, Eco Agri Lab, con l’obiettivo di stimolare gli studenti ad immaginare soluzioni ecosostenibili a problemi dell’agricoltura contemporanea.

Già a partire dalla fine di Febbraio 2020, un gruppo di studenti delle classi terze e quarte dell’Istituto “Cigna Baruffi Garelli di Mondovì (uno dei sei Istituti di istruzione secondaria superiore partner di Eco Agri LAB) effettueranno campionamenti e analisi delle acque in punti significativi nella zona del Comune di Beinette (Lago di Beinette, sorgente dei Paschi) ed alle opere di presa dai torrenti: Colla, Brobbio, Pesio, Pogliola, Branzola, Senestrera. Le informazioni ricavate saranno rese disponibili nelle stazioni di campionamento grazie al posizionamento di un QRCode che restituirà i dati qualitativi delle acque in abbinamento ad informazioni storico/culturali della zona.

Le successive due fasi del progetto saranno dedicate allo studio di soluzioni ecosostenibili per il miglioramento dello stato dei canali di irrigazione e della qualità delle acque: risolvere il problema di una specie invasiva di alga in corso di identificazione che da qualche anno cresce copiosa nel canali riducendone la portata e lo studio di fitodepuratori mobili che attraverso il filtraggio “naturale” sequenziale delle acque possano migliorare la qualità di questo prezioso elemento.

IN DETTAGLIO

Fase 1
Rivalutazione e ampliamento del percorso turistico e analisi delle acque. L’acqua è un elemento fondamentale e fondante del territorio del monregalese. Questo progetto vuole dare valore a questo elemento attraverso la comunicazione e la maggiore accessibilità di dati qualitativi e storico/culturali per la promozione turistica e il miglioramento delle
produzioni agroalimentari.
Fase 2
Ricerca di soluzioni ecosostenibili per il problema delle alghe nei canali. Le sfide della società contemporanea richiedono soluzioni ambientalmente ed economicamente sostenibili. Coinvolgere studenti e Comuni in un progetto che possa dare una soluzione concreta ed ecologica al problema della crescita delle alghe nei canali di irrigazione, migliorerà le produzioni agricole e promuoverà un approccio più ecologico alle
problematiche del territorio.
Fase 3
Progettazione ed installazione di fitodepuratori. La qualità delle acque è uno degli elementi alla base della qualità delle produzioni agricole e può essere migliorata attraverso soluzioni
ecologiche scalabili tutto il territorio.

Terre d’Acqua_Vedi il progetto in dettaglio