Il Bra agguanta il Prato (2-2) al 94′ con bomber Casolla. Daidola: “Ad oggi, siamo salvi”

"Ora dobbiamo prepararci al meglio, perchè domenica prossima con il Savona, in casa, per noi è la finale della vita. Domenica dobbiamo vincere e dobbiamo continuare ad accorciare la classifica"

0
362
Fabrizio Daidola, allenatore del Bra

In rimonta, al minuto 94, oggi pomeriggio il Bra ha agguantato il 2-2 allo stadio “Nelli” in frazione Oste di Montemurlo, con l’ex capolista Prato. Pareggio materializzato grazie alla sedicesima “zampata” stagionale di Francesco Casolla, sempre più trascinatore e sempre più bomber dei giallorossi. Aveva aperto le danze Fanucchi, poi Spera e successivamente l’ex Bra Banegas, per il 2-1 a fine primo tempo. Braidesi a quota 26 punti in classifica, attualmente salvi senza play-out. Abbiamo raggiunto telefonicamente mister Fabrizio Daidola (Bra), per un commento a caldo al termine del match in terra toscana.

Risultato molto bugiardo nel primo tempo, abbiamo avuto 5 palle gol e con due disattenzioni abbiamo preso i loro gol. Un primo tempo da 10 e lode. Nella ripresa hanno avuto il pallino del gioco per 20 minuti, poi con i cambi ho dato freschezza. Il pareggio premia il nostro impegno, premia l’atteggiamento giusto, su un campo difficilissimo e in casa di quella che era la prima della classe. Questa è la prima domenica, da inizio stagione, che non siamo in zona retrocessione e che, in questo momento, siamo matematicamente salvi. Ad oggi il Bra è salvo. Questo non vuol dire nulla di più che una soddisfazione, per il lavoro che siamo facendo, un piccolo risultato raggiunto. Dopo mesi di difficoltà, adesso siamo contenti. Ora dobbiamo prepararci al meglio, perchè domenica prossima con il Savona, in casa, per noi è la finale della vita. Domenica dobbiamo vincere e dobbiamo continuare ad accorciare la classifica“.