Bra: barista “arrotondava” con la droga, arrestato

Il giovane, 29 anni, lavorava in un noto locale della Città della Zizzola: sorpreso da un'operazione della Polizia, si trova ora ai domiciliari

0
4088
La dirigente Sara Mancinelli e il vice questore vicario Paola Capozzi durante la conferenza stampa in cui è stata illustrata l'operazione

Barista come primo lavoro, spacciatore per “arrotondare”. La Squadra Mobile di Cuneo e la Polizia Stradale di Bra hanno arrestato un ragazzo braidese di 29 anni, sorpreso a vendere cocaina nei pressi del noto bar di Bra nel quale lavorava. Intorno a quel locale c’erano movimenti sospetti che coinvolgevano il giovane. Così gli agenti hanno deciso di appostarsi nelle vicinanze, osservando quello che accadeva.

L’attività si è svolta nella notte tra il 7 e l’8 febbraio: intorno all’1,30, quando il bar era ormai chiuso, nell’area circostante il giovane si è avvicinato ad un coetaneo cedendogli della droga. I poliziotti sono intervenuti, sequestrando lo stupefacente, 4 dosi di cocaina nascoste in ovetti kinder. Poi lo hanno perquisito, controllando anche l’armadietto personale che utilizzava nel bar, trovando altre due dosi di cocaina (aggiunta a quella che stava cedendo, fanno in totale 6 grammi), 1200 euro in contanti, un bilancino di precisione ed involucri in nylon utilizzati per il confezionamento della sostanza.

C.E. è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, arresto convalidato poi dal Gip del Tribunale di Asti. Il 29enne si trova ora ai domiciliari, mentre il giovane che stava acquistando la droga è stato segnalato alla Prefettura.