IDEA AWARDS 2019 – Linea verde! Ecco la TOP 11 dei Giovani

0
1616

Dulcis in fundo, le giovani leve. Come ormai da tradizione, ritorna anche nella quinta edizione degli Idea Awards, annata 2020, la sempre attesissima top 11 dei giovani, che metterà in mostra sul palco del Cinema Monviso a Cuneo (24 febbraio, non mancate!) la meglio gioventù del calcio nostrano.

Come sempre, abbiamo cercato di tenere fede alle regole sui fuori quota: spazio quindi ai 2000, in primis, e poi agli altri, fino al 2002, rappresentato quest’anno da un unico giocatore.

Partiamo dai pali, dove a vincere la concorrenza con gli altri giovani di alta qualità è Nicolò Porqueddu, portiere del Pedona. Dopo una stagione di alternanza con Erbì, Nicolò è stato promosso in questo campionato come numero 1, dando grande affidabilità alla rosa di Zappatore, che insegue l’obiettivo-playoff in Promozione. Classe 2000, rappresenta il presente e verosimilmente anche il futuro del club borgarino.

La linea difensiva, dopo alcuni anni, torna a quattro, in questa speciale formazione. Due i giocatori che vestono la maglia del Corneliano Roero: l’ex Bra Marco Manuali (giocatore duttile, arruolabile sia per la retroguardia che per la mediana, 18 presenze fin qui) e Rash Guienne, terzino sinistro che porta in dote un bagaglio d’esperienza quasi unico per un classe 2000, che ha già all’attivo diverse vittorie (con le giovanili e la prima squadra) a Fossano.

Completano il reparto due volti interessanti dalla Promozione: il terzino ambidestro Matteo Arrò, inamovibile nell’undici titolare del Busca da ormai due stagioni, e Gabriele Delpiano, fedelissimo di mister Giordana che se lo è portato da Cuneo a Costigliole ed è stato ripagato con prestazioni da veterano, in una stagione-sorpresa.

Il centrocampo edizione 2019 ha invece due elementi caratteristici: fisicità e sostanza. Il più “esperto” è in realtà un giovanissimo: Pietro Rastrelli, 2001 da tre anni al centro del progetto tecnico della Pro Dronero, con cui ha vinto il double Eccellenza-Coppa Italia, ha partecipato al campionato di Serie D e sta ora inseguendo nuovamente i playoff. Scusate se è poco, a 19 anni. Con lui un altro finto-vecchio: Alson Fikaj, classe 2000 che da due anni Magliano sta utilizzando come mina vagante in mezzo al campo, ricevendo in campo inserimenti a non finire e reti pesanti.

Il terzo proviene invece dalla Promozione: Simone Bruno, 2001 dotato di grande forza fisica, che sta fin qui vivendo forse la sua stagione migliore a Borgo San Dalmazzo, con cinque reti realizzate a metà stagione.

Esperienza (se relazionata all’età) e gioventù compongono invece uno dei reparti offensivi con più reti degli ultimi anni. Il primo nome è quello di Vittorio Tosi, nato a luglio 2000 e da quest’anno stabilmente nello starting eleven del Saluzzo, a cui ha già regalato quattro reti in una stagione fin qui memorabile.

Addirittura otto, invece, le reti di Davide Aloia, a cui lo scorso anno solo un infortunio grave ha impedito di chiudere come minimo in doppia cifra il campionato di Promozione. Quest’anno Bianco gli ha dato fiducia e lui ha risposto alla grande, griffando esattamente un terzo di gol messi a segno dai rossoblu nella difficile corsa-salvezza.

Chiude il più giovane della combriccola, che è anche colui che porta in dote il più alto numero di marcature: Giacomo Gaboardi, ariete della Juniores Nazionale del Fossano di mister Fratolillo. Gol? Ben 26, con 18 reti fino a dicembre seguite addirittura da otto centri nelle prime quattro gare del 2020. Che futuro!

4-3-3: Porqueddu (2000, Pedona); Arrò (200, Busca), Manuali (2001, Corneliano Roero), Delpiano (2001, Valle Varaita), Guienne (2000, Corneliano Roero); Rastrelli P. (2001, Pro Dronero),  Bruno (2001, Pedona), Fikaj (2000, Olmo); Gaboardi (2002, Fossano), Tosi (2000, Saluzzo), Aloia (2000, Giovanile Centallo).

La top 11 sarà premiata nel corso della grande serata degli IDEA AWARDS 2019, in programma lunedì 24 febbraio (ore 20.45) al Cinema Monviso di Cuneo. INGRESSO LIBERO, non mancate e passate parola!