Fossano: primi passi per una “smart city”

0
224

Due importanti primi passi per far diventare Fossano una “smart city” quelli fatti dalla Giunta comunale nel pomeriggio di giovedì 23 gennaio con l’approvazione di due importanti delibere in ottica “Green”.

La prima riguarda la volontà di dell’amministrazione di confermare agevolazioni per la sosta dei veicoli elettrici e ibridi all’interno delle strisce blu.
La seconda riguarda il protocollo d’intesa con Enel-x e l’azienda Egea per l’istallazione di una colonnina pubblica per la ricarica dei veicoli elettrici, grazie a questo accordo potrà partire l’iter burocratico che porterà alla posa della colonnina vera e propria.

Il prossimo passaggio sarà quello di individuare congiuntamente con Enel-x ed EGEA le aree idonee, sia dal punto di vista funzionale sia dal punto di vista della visibilità, alla collocazione e installazione delle Infrastrutture di Ricarica da parte di Enel.

Nello specifico la Giunta Comunale si è impegnata a “Mettere a disposizione a favore di Enel-x, a titolo gratuito e, pertanto, senza pagamento di corrispettivo alcuno, le porzioni di suolo necessarie all’utilizzo delle IdR per la durata del Protocollo e mantenerne l’idoneità all’utilizzo suddetto, fermo restando l’obbligo di pagamento dei tributi previsti per la posa e/o per la permanenza delle suddette infrastrutture sul suolo pubblico”.

«Siamo convinti che amministrare una città significhi sopratutto pensare alle generazioni future e abbiamo quindi deciso di iniziare un percorso che guardi oltre, facendo qualcosa di concreto trasformando così Fossano in una Smart City e, come avevo scritto anche nel mio programma elettorale, ridurre l’inquinamento in città per una maggiore vivibilità – spiega il Sindaco di Fossano Dario Tallone – la colonnina in oggetto sarà solo la prima di una lunga serie che nei prossimi mesi verranno installate in città in modo da creare una rete in grado di coprire le diverse aree cittadine e dare quindi la possibilità a chiunque di sfruttare al meglio le auto del domani».

Questo progetto si inserisce nel più ampio ambito dell’installazione di oltre 300 colonnine sul territorio delle province di Cuneo, Asti, Alessandria, Savona e Imperia. – Spiega l’Ing. responsabile settore energie rinnovabili Gruppo Egea – Un’iniziativa che stiamo portando avanti con convinzione insieme ad EnelX di cui Egea è partner territoriale e che, entro metà anno, sarà realizzata almeno al 50 per cento. In questo contesto Fossano è una tappa strategica per lo sviluppo di quest’iniziativa come, del resto, lo è per lo sviluppo di tutti i servizi energetici e ambientali erogati da Egea; un punto di riferimento per la fornitura di servizi all’avanguardia proprio come quelli legati alla mobilità sostenibile che, insieme al biometano, è una soluzione imprescindibile per il raggiungimento dell’obiettivo di una provincia “carbon free”. In tal senso riteniamo preziosi e fondamentali i rapporti instaurati con il Comune, uno dei Soci pubblici di riferimento di Egea e con l’istituto “Vallauri”, polo di formazione e ricerca da sempre attento allo sviluppo della mobilità sostenibile, in particolare elettrica, come attesta l’organizzazione di “E mobility” che, quest’anno, si terrà tra l’8 e il 10 maggio”.