Promozione: Busca-Pedona, punti che pesano! Albese alla prova Azzurra, Villafranca favorito

0
507

Dopo aver oliato gli ultimi ingranaggi rimasti in disuso nelle festività, si entra nel vivo. La Promozione piemontese si prepara al secondo weekend a calendario completo, che inaugura un intenso periodo di partite, in un inverno quanto mai atipico, caldo e soleggiato.

Si riparte da zero, con l’avvio del girone di ritorno che significa due cose: possibilità per i rimandati di redimersi (Montatese, Carmagnola, Sommariva Perno), cancellando gli errori del 2019; necessità per chi ha fatto bene (Albese, Busca, Cheraschese) o stupito (Valle Varaita, Azzurra) di alzare la guardia, ora che chi insegue inizierà a correre.

La sedicesima giornata, proprio come la prima, significa anche e soprattutto spopolamento di incroci cuneesi: tre, in un programma che prevede altrettante sfide sull’asse Cuneo-Torino.

Il derby della Granda più rilevante andrà in scena sicuramente al “Berardo”, con il Busca che attende il Pedona in uno scontro che potrebbe già essere decisivo in chiave playoff-vittoria del campionato. Ospiti privi di tre titolari per squalifica (Bruno, Dalmasso e Peano), padroni di casa che devono ritrovare il feeling dei tempi d’oro in zona-gol per non ricadere nei malanni dello scorso anno.

Stra-provinciale anche per la capolista Albese, che attende sul campo amico l’Azzurra, partendo decisamente con i favori del pronostico. Occhio, però, all’ottima condizione dei Burgato-boys, che ha inaugurato l’anno vincendo e che potrà giocare a mente quasi sgombra.

Il terzo testa-a-testa cuneese sarà invece a Sommariva Perno, con i ragazzi di Battaglino che iniziano a sentire la pressione e che ospiteranno la Cheraschese, reduce dal pari in extremis di Cavour. Lupi favoriti, ma i biancoverdi devono iniziare a mettere fieno in cascina, se vogliono restare in categoria.

Match alla portata, invece, per il Villafranca, che spera di ricucire sulla vetta contro la Piscineseriva, con l’ex Barison che cerca altre reti per riavvicinarsi ai bomber d’andata (Fenoglio e Messineo). Gara alla portata per i giallorossi, così come quella che attende il Pancalieri Castagnole, nettamente favorito sul campo del Carignano.

Profuma d’alta classifica (e chi se l’aspettava, a Ceretto?) Cavour-Valle Varaita: i costigliolesi sono cambiati molto rispetto all’andata e puntano al colpaccio in terra torinese per continuare a coltivare il sogno-playoff anche nel nuovo anno. Sogno a cui ambisce anche l’Infernotto, chiamato alla seconda trasferta consecutiva: dopo il buon punto strappato a Busca, Sellam e soci se la vedranno con il Nichelino Hesperia e la sua voglia di punti-tranquillità.

Chiude Montatese-Csf Carmagnola, sfida tra due compagini rinvigorite dal mercato e dall’ottimo esordio nel nuovo decennio.

Nel girone D, infine, la Santostefanese parte favoritissima in casa contro l’Ovadese Silvanese, inseguendo punti che la terrebbero agganciata al terzo posto dell’Acqui, distante due soli punti.