Crisi Mahle, sindacati e lavoratori saranno in presidio davanti alla Regione Piemonte

0
319

Siamo ormai giunti in prossimità della scadenza prevista dalla Procedura per la “fase istituzionale” della Crisi Mahle: nonostante la proroga decisa in sede MiSE (incontro del 28/11/2019) che ha consentito di avere maggior tempo per il confronto con i rappresentanti dell’Azienda le sigle sindacali non hanno registrato progressi tangibili.

La ricerca di soluzioni condivise auspicata dal Vice Capo di Gabinetto del MISE non ha prodotto alcun risultato. – così FIM CISL Torino e Canavese, FIOM CGIL Torino e Cuneo, FISMIC Savigliano – Abbiamo inoltrato in data 8 Gennaio 2020 richiesta di un ulteriore incontro ministeriale nella speranza di ottenere proposte concrete e utili che ci consentano di tutelare le maestranze in questa difficile e drammatica situazione“.

Con queste motivazioni è stata indetta l’iniziativa del 17 gennaio con presidio alle ore 11 in Piazza Castello a Torino di fronte alla sede della regione Piemonte, per sollecitare un appoggio solido e convinto nelle prossime ed imminenti occasioni di confronto: “Sollecitiamo anche i Comuni coinvolti nella vicenda a mantenere alto il livello di attenzione e a sostenere con forza le iniziative attuali e future di lotta in difesa dei Cittadini Lavoratori e del Tessuto produttivo sul territorio” così i sindaci.