IDEA AWARDS 2019 – Si parte con le nomination! Ecco gli undici candidati al premio MIGLIOR PORTIERE

0
1595
Gli undici portieri candidati agli Idea Awards 2019

Rieccoci qui, per il quinto anno, ad eleggere i migliori. Ad inaugurare l’edizione 2019 degli Idea Awards non potevano che essere, come da tradizione, le nomination per il ruolo di miglior portiere assoluto nell’anno solare che ci stiamo per lasciare alle spalle.
Tanti i nomi ed una crescente incertezza, con l’addio del Cuneo a lasciare un vuoto lassù e qualche giovane in rampa di lancio pronto a spiccare il volo.

Si parte, come d’obbligo, da Luca Bonofiglio, detentore dello scettro di miglior numero 1 nel 2018. Più di 90 partite tra Serie D e Coppa Italia di D con il Bra, con 25 clean sheet. Età? 20 anni. Diciamo che potrebbero essere sufficienti questi dati per descrivere un ragazzo di assoluto talento, ormai promosso tra i leader tecnici e caratteriali nella rosa di mister Daidola. Una garanzia Under 21.

Da una certezza giovane ad una leggermente più “datata”, ma comunque abbonata agli Awards. Stiamo parlando ovviamente di Emiliano Campana, che ormai da anni lambisce l’ipotesi ritiro per poi ritrattare e continuare ad essere protagonista. Quest’anno, l’arrivo di Erbì in estate ne ha ridotto ma non cancellato l’impiego all’Olmo: con i suoi 41 anni resta sinonimo di affidabilità e carisma, a caccia della salvezza.

Proprio Samuele Erbì è il terzo candidato, dopo il “salto” in Eccellenza. Una stagione in crescendo lo scorso anno al Pedona, quindi il passaggio a “Piccapietra”, dove ha trovato spazio, togliendosi anche lo sfizio di parare un rigore preziosissimo contro la Pro Dronero in Coppa.

Nome nobile per la nostra rassegna è quello di Roberto Rosano, che si è anche tolto lo sfizio di vincere il premio come miglior giocatore assoluto in passato. Insomma, una garanzia che, però, ha convissuto con le difficoltà affrontate nel 2019 dalla Pro Dronero, a cui non è riuscita l’impresa-salvezza in Serie D, nella quale il numero uno ha chiuso con 45 reti subite in ventisei apparizioni. Resta, comunque, uno dei profili più “nobili” del panorama provinciale, ancora una volta riferimento del club di patron Beccacini nella corsa ad un’altra vittoria in Eccellenza.

Un altro abbonato del premio che celebra i migliori della provincia è Michele Lucignani, che porta in dote un 2018 quasi perfetto. Prima, 25 presenze ed appena 13 reti incassate alla Giovanile Centallo, vincitrice della Promozione con la miglior difesa, quindi il passaggio all’Albese, dove si è confermato come portiere meno battuto alla corte del “mentore” Perlo.  Se i langaroli torneranno in Eccellenza, molto passerà dai suoi guantoni.

Al “Don Eandi”, Lucignani è stato sostituito da Matteo Baudena, che, per uno strano gioco del destino, lo scorso anno era il “numero 1” nella Benarzole allenata proprio da Perlo. 30 presenze e 38 reti subite, ma una stagione davvero da ricordare per il classe 1992, che si è confermato su livelli altissimi anche in rossoblu.

Uno dei nomi veramente in rampa di lancio in questo 2019, invece, è quello di Giorgio Merlano, attualmente il numero 1 che occupa con la propria squadra la posizione più nobile in tutta la provincia. Nel 2018/19, complice un infortunio, furono 18 i gettoni collezionati nell’Eccellenza vinta trionfalmente dal Fossano, con 13 reti incassate (34 presenze e 30 gol subiti nell’ultimo anno e mezzo). Quest’anno, Viassi ha costruito anche attorno alla sua esperienza una squadra di giovani che sta facendo qualcosa di straordinario. Merito di chi? Tanti i nomi, ma le sue parate hanno spesso fatto la differenza. Su tutte, quelle contro Caronnese e Borgosesia.

Tornando in Eccellenza, due garanzie lungo tutto l’anno solare sono state quelle di Moretta e Corneliano Roero: da un lato, Andrea Sperandio, 28 presenze e 38 reti incassate nel 2018/19 prima di un primo quadrimestre positivo ancora in biancoverde; dall’altro Paolo Corradino, 33 gol subiti senza mai lasciare un minuto nella passata stagione e poi riconfermato tra i “vecchi” rossoblu.

Infine, due “giovincelli” che, a modo loro hanno già scritto la storia. Stiamo parlando di Alessandro Nardi ed Abdou Dia, assoluti protagonisti di Saluzzo e Busca con le loro parate. I due, semmai, sono diventati sinonimo di solidità quando nello scorso campionato, di fatto da gennaio fino alla primavera, non subirono gol. Per Nardi, più di 500 minuti senza essere trafitto nel girone B di Eccellenza, mentre per l’ex Fossano addirittura quasi 800 nel girone C di Promozione. Merito, certamente, delle difese che avevano davanti, ma nulla sarebbe stato possibile senza la loro presenza.

Eccola, la ideale squadra di undici numeri 1 che si contenderanno lo scettro. Noi ve lo diciamo, non siamo mai stati in difficoltà come quest’anno. Ai giornalisti (prima) ed ai lettori (poi) l’ardua scelta!

IDEA AWARDS 2019 – NOMINATION MIGLIOR PORTIERE
Matteo Baudena (Benarzole/Giovanile Centallo)
Luca Bonofiglio (Bra)
Emiliano Campana (Olmo)
Paolo Corradino (Corneliano Roero)
Abdou Dia (Busca)
Samuele Erbì (Pedona/Olmo)
Michele Lucignani (Giovanile Centallo/Albese)
Giorgio Merlano (Fossano)
Alessandro Nardi (Saluzzo)
Roberto Rosano (Pro Dronero)
Andrea Sperandio (Moretta)