Serie D: è un grande Savona al “Pochissimo”, il Fossano cede 2-1

Si ferma a cinque gare la serie positiva dei biancoblu

0
372

Giù il cappello. Il Savona espugna con merito lo Stadio Angelo Pochissimo e torna da Fossano con tre punti vitali per la risalita in classifica: niente da fare per il Fossano di Viassi, che si ferma dopo una serie positiva durata cinque turni, incassando il secondo ko interno della sua, finora, eccezionale stagione.

Un successo giusto, quello dei biancoblu liguri, che limitano al minimo le “scorribande” di Romani e compagni, creano molto, mettendo in difficoltà gli avversari con le giocate di Giovannini, imprendibile a destra e sinistra, la qualità di Disabato, colpendo per due volte ed espugnando, seppur di misura, un campo dove in tante erano cadute in questa prima metà di campionato.

Poco da recriminare per un Fossano che, forse, paga le tre gare dieci giorni (con due trasferte toste come Casale e Sanremo) e l’ampio sforzo di un girone d’andata quasi agli archivi: aspettando rinforzi che appaiono vicini (martedì, forse, arriva un attaccante), domenica l’ultimo sforzo del 2019, in casa del Ligorna, prima di ricaricare le pile nella sosta natalizia.

Gara combattuta quella odierna, con i padroni di casa che non riescono, questa volta, ad esprimere al meglio le potenzialità del tridente Romani-Galvagno-Sangare; ospiti che, invece, riescono a ben destreggiarsi con i 4 là davanti, schierando Giovannini, Di Sabato e D’Ambrosio a supporto di Siani e pericolosi già al 13 quando il numero 7 (migliore in campo) vola a destra e crossa: Siani in area non riesce ad indirizzare verso la porta.

Il match, comunque, resta equilibrato: Fossano che prova a fare la partita, Savona che agisce in contropiede e che punge di più, andando ad un passo dal gol al 24: gran colpo d’esterno destro di Siani dai 20 metri, traversa piena a Merlano battuto; al 35′ bello scambio Giovannini-Siani-Giovannini sul lato destro, conclusione dell’esterno deviata in corner

Gioca indubbiamente bene il Savona: al 37′ Castellana scodella da destra, girata di testa di Giovannini che manda fuori di poco. Prima dell’intervallo altro bello scambio ligure: Di Sabato smarca Siani che, da posizione centrale, ci prova di nuovo con l’esterno, palla alta di poco.

La ripresa si apre con il vantaggio savonese: cross da destra del solito Giovannini, Siani non trova il pallone, sulla sfera arriva l’accorrente Albani che calcia, centrando la traversa. Si accende una mischia risolta da Siani, 0-1. Il Fossano che rischia di capitolare, venendo salvato dal sempre ottimo Merlano: al 55′ Giovannini si invola verso la porta da sinistra e calcia, il portiere risponde; passa 1′ e lo stesso Giovannini mette in mezzo per Siani: Merlano salva ancora.

All’improvviso, ecco il Fossano: Boloca riceve sulla trequarti, si libera con due dribbling d’autore e conclude dal limite, trovando una deviazione che spiazzando Vettorel, 1-1. Padroni che appaiono in grado di strappare l’ennesimo risultato importante, ma che vengono gelati a 15′ dal termine: il neoentrato Obodo verticalizza, Giovannini fa scorrere con un gran numero, Disabato si inserisce con i tempi giusti in area trafiggendo Merlano.  Nel finale niente scossoni, finisce 2-1.

Fossano-Savona 1-2
Reti: 4′ st Siani (S), 12′ st Boloca (F), 29′ st Di Sabato (S).

Fossano (4-3-3): Merlano, Brondino (11′ st Giraudo S.), Campana, Boloca, Scotto, Galvagno G., Romani, D’Ippolito, Sangare, Coviello, Bergesio. A disp. Bosia, Cristini, Bertoglio, Madeo, Giraudo F., Lanfranco, Zeni, Giordano. All. Viassi.

Savona (4-3-3): Vettorel, Castellana, Brignone, Albani (38′ st David), Ghinassi, Tissone, Giovannini, Lazzaretti (19′ st Obodo), Siani (41′ st Tripoli), Di Sabato, D’Ambrosio (22′ st Rovido). A disp. Guadagnin, Curci, Giglio, Deri, Giorgi. All. De Paola.

Arbitro: Pirritoare di Bologna (Scardovi di Imola-Mastrosimone di Rimini).

Ammoniti: 44′ Di Sabato (S), 33′ st Tissone (S), 35′ st Sangare (F).